Cronaca Centro Storico / Piazza della Stazione

Stazione: fermati due uomini indagati per numerosi furti

La Polizia ha rintracciato i malviventi nell'area dismessa dietro il binario 13 dopo un'indagine con controlli a tappeto

La Polfer di Pisa, insieme alla Squadra Volante della Questura, ha sottoposto a fermo tunisini di 34 e 27 anni, ritenuti autori di una tentata rapina e di numerosi furti aggravati commessi nelle ultime settimane in zona stazione ed in città. L'operazione di ricerca dei malviventi ha richiesto diversi giorni, durante i quali la Polizia di Stato ha seguito le tracce degli indagati,  con controlli a tappeto per trovarli nella vasta area dismessa adiacente al binario 13 della stazione, ritenuta dagli investigatori essere il loro covo.

Tutto è partito dalla denuncia di una pendolare che, ieri mattina 13 dicembre, è stata vittima di un furto del suo smartphone. Erano le 5.40 circa quando, ormai salita a bordo del treno per Roma, è stata raggiunta da uno dei due criminali che le ha violentemente strappato di mano il telefono ed è fuggito, aiutato della presenza a terra del complice. La vittima ha tentato di inseguire il suo scippatore, ma ha desistito dopo alcuni metri. La fuga è stata integralmente ripresa dal circuito di videosorveglianza della stazione consentendo alla Polfer di riconoscere i due soggetti.

Uno di loro era già stato riconosciuto dagli agenti per una tentata rapina commessa in danno di un'anziana signora nella medesima area ferroviaria, presso la fermata Pisamover uscita San Giusto, solo una settimana prima e sempre nelle prime ore della giornata. Nella circostanza la signora cadeva a terra e soltanto l'intervento di alcuni testimoni metteva in fuga il criminale. Anche la Squadra Volante era sulle tracce dei due criminali per altri tre furti aggravati commessi nell'area commerciale di piazza della Stazione.

Le ricerce presso l'area dismessa adiacente al binario 13 di stamani hanno avuto successo: i due avevano attrezzato a dimora di fortuna parte di un ufficio abbandonato, che utilizzavano anche come base operativa per occultare le prove degli illeciti commessi. All'interno dello stabile sono stati infatti rinvenuti gli abiti con cui sono stati commessi i furti ed alcuni documenti di identità sottratti alle vittime, trattenuti presumibilmente per un reimpiego illecito.

Il P.M. di turno ha disposta l'associazione dei due fermati presso la Casa Circondariale Don Bosco in attesa della convalida del fermo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione: fermati due uomini indagati per numerosi furti

PisaToday è in caricamento