Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Festa provinciale delle Acli pisane: 11ª edizione dedicata alle sfide fra lavoro e transizione ecologica

Appuntamento venerdì 10 settembre al circolo Tellini di San Prospero (Cascina). Prima la tavola rotonda e poi, dopo cena, la musica di don Udoji

Lo sviluppo economico, la tutela del lavoro e la salvaguardia del Creato. E’ attorno a queste tre polarità che si snoderà l’11esima Festa provinciale delle Acli pisane, in programma al Circolo Tellini di San Prospero (via Mario Giuntini, 133 - Cascina) venerdì 10 settembre, intitolata proprio 'Lavoro e ambiente, tra la borsa e la vita?'. Si partirà dal viaggio lungo lo Stivale di Mario Lancisi, giornalista del Corriere Fiorentino e relatore della tavola rotonda, che aprirà (alle 18) l’iniziativa, sintetizzato nel volume 'Preti Verdi. L’Italia dei veleni e i sacerdoti simbolo della battaglia ambientalista' (edizioni Terra Santa). "L’obiettivo è di andare oltre - sottolinea il presidente provinciale Paolo Martinelli - c’interessa molto anche fare un passo in avanti e interrogarci sui percorsi e le opportunità che ci sono per operare una vera transizione ecologica che vada di pari passo con l’inclusione sociale. Per questo il dibattito che aprirà la Festa sarà anche l’occasione per approfondire la conoscenza degli strumenti e delle opportunità che la tecnologia e l’industria, ma anche la politica, stanno mettendo in campo per andare in questa direzione tenendo presente il Pnrr e le altre risorse europee".

Per questo, allo stesso tavolo di Lancisi, ci sarà anche l’assessore regionale all’ambiente Monia Monni e il professor Marco Frey, direttore del master in 'Gestione e controllo dell’ambiente e management efficiente delle risorse' della Scuola Superiore Sant’Anna, ma anche presidente della Fondazione Global Compact, la sezione italiana del patto globale per la cittadinanza d’impresa lanciato dalle Nazioni unite, e presidente nazionale di CittadinanzAttiva e del Comitato scientifico di Symbola. Con loro, nella tavola rotonda moderata da Francesco Paletti, dialogherà anche monsignor Antonio Cecconi, assistente spirituale delle Acli di Pisa, perché l’ecologia integrale, a partire anche dalle indicazioni della 'Laudato Sì', l’enciclica sulla casa comune di Papa Francesco, è tema anche dalle profonde ricadute pastorali per la comunità cristiana.

Alle 20.30, tutti a tavola. E dopo (21.45) la musica con 'Blu confine e don Udoji in concerto' con il parroco funky di Montopoli Val d’Arno e il suo gruppo che animeranno la serata. L’appuntamento si svolgerà nel rispetto della normativa anti-Covid, sarà necessario avere il green pass. Per partecipare alla cena è necessaria la prenotazione a segreteria@aclipisa.it.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa provinciale delle Acli pisane: 11ª edizione dedicata alle sfide fra lavoro e transizione ecologica

PisaToday è in caricamento