Cronaca

Tecnologia: a Pisa il primo Festival Internazionale della Robotica

I centri di ricerca di eccellenza pisana insieme per una rassegna da leader mondiale del settore, dal 7 al 13 settembre, con dimostrazioni, mostre, seminari ed esibizioni artistiche

La robotica in tutte le sue declinazioni, riassunte nell'origine stessa di questa parola slava 'lavoro forzato, servitù' a beneficio esclusivo dell'uomo, è la protagonista del primo festival internazionale ospitato in Italia proprio a Pisa, in virtù della grande presenza in città di addetti ai lavori ed di attività di ricerca, sviluppo ed applicazione di sistemi robotici. La manifestazione si terrà dal 7 al 13 settembre 2017.

In programma ci sono seminari, convegni, dimostrazioni, mostre, esibizioni artistiche, laboratori didattici per gli studenti (a partire dalle scuole elementari) per garantire una panoramica completa e aggiornata sulla ricerca, sulla produzione, sulle applicazioni della robotica che, tenendo fede alla sua missione, si pone a servizio dell'uomo. Il festival è ospitato in 12 location, scelte fra le più suggestive del centro storico di Pisa, che in buona parte coincidono con alcune sedi delle istituzioni che hanno contribuito a promuovere il festival, come organizzatori o co-promotori scientifici. In città scienziati ed intellettuali presenteranno in anteprima alcuni dei progetti che avranno un alto impatto per migliorare la vita dell'uomo. In occasione della cerimonia inaugurale di mercoledì 7 settembre e dei due concerti in programma al Teatro Verdi di Pisa, sabato 9 e martedì 12 settembre, è prevista la presenza di robot sul palcoscenico per collaborare con gli artisti e con i direttori dell'orchestra.  

"La priorità - afferma Franco Mosca, presidente della fondazione Arpa, organizzatore e principale sostenitore, professore emerito dell'Università di Pisa e direttore del festival - è stata la cura dell'aspetto scientifico del festival: questo scopo sia stato raggiunto, nonostante le difficoltà incontrate nel costruire il budget minimo indispensabile. Superando paure, diffidenze e sospetti il festival mira a trasmettere un convincente messaggio positivo: la robotica si pone al servizio dell'umanità, capace di migliorare la vita delle persone affrancandole da tante incombenze, rendendo per loro praticabili ampi spazi per pensare, ideare, creare un nuovo mondo".

"Una tecnologia avanzata comprensibile e amichevole. E' lunga la genesi dell'ideazione di questo Festival, che risale al 1992 - spiega Paolo Dario, coordinatore del comitato scientifico e direttore dell'Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna - quando organizzammo la prima mostra di robotica nell'aula magna della Scuola Superiore Sant'Anna, su una linea che nel corso dei decenni abbiamo sempre perseguito: essere alla frontiera dell'innovazione tecnologica, ma prestando sempre attenzione alla dimensione sociale ed etica della tecnologia stessa. Facevamo bene: sono in molti oggi a temere i robot non tanto come 'nemici' dell’uomo quanto piuttosto come 'ladri' di lavoro. Se questo rientra nel novero delle possibilità, io ritengo che una lettura non difensiva e contraria allo sviluppo della tecnologia sia di gran lunga preferibile. Diventare costruttori di robot è per il nostro Paese un'opportunità concreta per mantenere e persino aumentare i posti di lavoro".

"L'idea del festival ' commenta la direttrice del Centro di Ricerca 'E.Piaggio' Arti Ahluwalia - è quella di mostrare l'orizzonte della ricerca in robotica oggi e cioè un mondo in cui gli automi possano concretamente migliorare la qualità della vita delle persone attraverso interazioni con l'essere umano, sia fisiche che emotive".

"La robotica caratterizza Pisa in Italia e nel mondo - sottolinea il sindaco di Pisa Marco Filippeschi - come una delle realtà dove si è più sviluppata e, grazie ai tanti ricercatori che ogni giorno danno il loro contributo, la città è riconosciuta tra i leader a livello mondiale. Il Festival internazionale della robotica, alla sua prima edizione, presenta già una dimensione di vasto respiro, con approfondimenti sulle evoluzioni delle tecnologie e con il dibattito sulle implicazioni sociali ed economiche di una delle discipline più importanti per il presente e per il futuro. Il Comune di Pisa affianca e sostiene quello che si candida a diventare un altro grande festival che caratterizzerà Pisa. In pochi anni gli eventi ricorrenti della città si sono moltiplicati e questo costituisce un segno di vitalità e di collaborazione fra le diverse istituzioni".

L'evento è promosso da Fondazione Arpa, Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna, Centro di Ricerca 'E.Piaggio' dell'Università di Pisa, Comune di Pisa. Tra i co-promotori scientifici figurano Scuola Superiore Sant'Anna, Università di Pisa, Scuola Normale Superiore, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Irccs Stella Maris, Centro di eccellenza Endocas dell'Università di Pisa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tecnologia: a Pisa il primo Festival Internazionale della Robotica
PisaToday è in caricamento