Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca San Rossore

Scout a San Rossore, due nuove specie nella tenuta: la pagoda e il gazebo

E' Alessandro Spinelli, uno degli ambientalisti che sin dall'inizio ha promosso la battaglia per impedire la Route Nazionale Agesci, a portare testimonianza dei preparativi nel parco che ospiterà migliaia di ragazzi provenienti da tutta Italia

Gli ambientalisti continuano la loro opera di 'punzecchiatura' contro il grande raduno scout che si svolgerà nel mese di agosto a San Rossore. Nonostante ormai l'evento sia realtà (e a poco o nulla sono valse le proteste di numerosi esponenti del mondo ambientalista), il fronte dei contrari è deciso ad andare fino in fondo. E' Alessandro Spinelli ad effettuare un vero e proprio reportage nell'area interessata dal raduno, mostrando (e criticando) in una serie di fotografie le imponenti strutture in fase di montaggio.

"I bagni chimici continuano a proliferare ed ora cominciano a spuntare anche all'interno della grande area agricola dove si terrano i grandi eventi della Route compresa la grande messa cantata - afferma Spinelli, uno dei promotori della lunga battaglia contro il raduno scout - tubi di vario calibro e cavi elettrici continuano anch'essi a moltiplicarsi. Dopo docce e bagni adesso è la volta di una specie nuova per la Tenuta: la pagoda. Quelle fotografate sono le prime ma secondo il progetto saranno molto più numerose ad essere state montate. Mentre i bagni e le docce vengono montati ai margini della zona prativa, le pagode saranno tutte posizionate all'interno dei prati. Essendo strutture molto pesanti esse vengono trasportate sul posto di montaggio con camion dotato di gru e quindi i prati intorno stanno sempre più mostrando i segni delle ruote dei mezzi pesanti.In alcuni punti il terreno sabbioso ha ceduto sotto il mezzo e questo si è insabbiato".



"Un'altra nuova specie introdotta in Tenuta è il gazebo; ne stanno sorgendo a decine sia lungo i margini del grande prato che al suo interno" prosegue ironico Spinelli che rivolge la sua attenzione all'attento lavoro di potatura: "Ovviamente quando tutto sarà pronto, comprese le diecimila tende, qualsiasi cosa cada a terra colpirà qualcosa o qualcuno, quindi si deve prevenire al massimo. Per questo, con scrupolo teutonico, ogni pino presente, sia ai margini che all'interno dei cotoni, viene 'sanato' con una attenta potatura. Si taglia sino ad una determinata altezza, come si dovrebbe fare nei parchi comunali, e non importa se si taglia anche la parte sana. Ottimo lavoro da forestali".

Insomma anche se ormai l'evento si farà, gli ambientalisti non sembrano volersi arrendere, ma anzi, ora più che mai, sono decisi a mostrare le ripercussioni che, a loro parere, la grande assemblea scout avrà nella tenuta pisana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scout a San Rossore, due nuove specie nella tenuta: la pagoda e il gazebo

PisaToday è in caricamento