Cronaca Centro Storico / Piazza Vittorio Emanuele II

Inaugurato il Consolato Onorario Russo a Pisa

La cerimonia si è svolta lunedì al Palazzo degli Affari. Presenti le autorità locali e l'ambasciatore russo Sergey Razov

E' stata inaugurata ieri, 17 settembre, la sede la sede consolare onoraria della Federazione Russa a Pisa, nel Palazzo degli Affari in piazza Vittorio Emanuele II, una zona centralissima e strategica della città facilmente raggiungibile dalla stazione e dall’aeroporto.

La cerimonia di inaugurazione si è svolta in collaborazione con la Camera di Commercio di Pisa. Insieme alle autorità locali con il sindaco di Pisa Michele Conti erano presenti l’Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Federazione Russa in Italia, S.E. Sergey Razov, il sottosegretario agli Affari Esteri Guglielmo Picchi, il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, il presidente della Camera di Commercio di Pisa Valter Tamburini ed il Console Onorario della Federazione Russa in Pisa Francesco Giani.

Conti ha donato all’Ambasciatore e al Console una pubblicazione con la storia di Pisa, una mattonella che raffigura una galea pisana ed una copia di una ceramica della Chiesa di San Piero. "L'apertura di un Consolato onorario a Pisa - ha commentato - costituisce un certo riconoscimento della nostra realtà, legata alla Russia da numerosi rapporti di tipo scientifico, commerciale, economico, culturale e turistico. Pisa rappresenta uno dei punti nevralgici nell'evoluzione del sistema di relazioni fra la Russia e l'Italia, ne sono prova tangibile i collegamenti aerei giornalieri del nostro aeroporto con Mosca e San Pietroburgo. Sarà nostra premura coltivare e far proliferare questo rapporto, da oggi in maniera diretta avendo un rappresentante della Federazione Russa in città a cui auguro buon lavoro".

Il consigliere regionale del M5S, Irene Galletti: "La nascita del consolato onorario della Federazione Russa a Pisa ci riempie di orgoglio. Il dialogo è lo strumento cardine su cui dobbiamo basare i rapporti tra ogni Paese. Per questo motivo siamo ancora più felici della realizzazione di questo presidio internazionale all’ombra della torre pendente. Nel dibattito abbiamo discusso delle molte opportunità di collaborazione tra i nostri due popoli: abbiamo centinaia di aziende, solo in Toscana, che potrebbero implementare le proprie attività con il Paese russo così da trarre profitto da una sinergia che in molti casi si è rivelata vincente. Tra le altre cose è emerso ancora una volta il punto relativo alle sanzioni che l’Unione europea ha imposto alla Russia, una politica che non ci vede favorevoli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurato il Consolato Onorario Russo a Pisa
PisaToday è in caricamento