Cronaca

Comune di Pisa, nuovo assetto dirigenziale: risparmio di 600 mila euro

Assegnati questa mattina gli incarichi dirigenziali. Le direzioni sono 17, 5 in meno rispetto alle 22 del 2008, all'inizio del primo mandato di Filippeschi. Una diminuzione che comporta un risparmio annuo di 600 mila euro. Ecco tutte le novità

Assegnati questa mattina gli incarichi dirigenziali nel Comune di Pisa. Il Sindaco ha infatti firmato gli atti di incarico per i dirigenti del Comune, in coerenza con la struttura delle direzioni deliberate dalla Giunta Municipale. Le posizioni dirigenziali sono 17, 5 in meno rispetto alle 22 del 2008, quando prese il via ill primo mandato dell'Amministrazione Filippeschi. Una diminuzione che comporta una riduzione della spesa annua di circa 600 mila euro.

Delle 17 direzioni previste dalla Giunta, il Sindaco per il momento ha nominato 15 figure. Il Comandante della Polizia Municipale (con responsabilità di coordinamento dell’intero settore sicurezza urbana) sarà individuato al termine della selezione pubblica in corso di svolgimento. Per la direzione Ambiente, l’incarico è stato assegnato all’arch. Gabriele Berti 'ad interim', considerate le vicende legate alle evoluzioni del settore relativamente all’assetto legislativo, al trasferimento di funzioni, in particolare in materia di programmazione e controllo della gestione del ciclo dei rifiuti. Nei prossimi mesi saranno possibili nuovi interventi sulla struttura del comune, sulla base del percorso per la ricollocazione delle competenze delle province.

Con queste nomine sono 9 le direzioni che vedono cambiare il dirigente competente: oltre la metà delle 17 direzioni. All’interno delle 15 nomine odierne, sono 2 le figure nuove (il Dott. Giuseppe Bacciardi e l’Arch. Fabio Daole) che acquisiscono il ruolo con incarico non a tempo indeterminato per non ingessare la struttura e saranno sottoposti a verifica, analogamente agli altri, in base agli obiettivi raggiunti. Attualmente sono entrambi in organico al comune come funzionari: questo comporta un risparmio di circa il 50% rispetto alla nomina di esterni all’amministrazione. La loro nomina è stata possibile poiché sono in graduatoria in selezioni pubbliche già svolte per figure dirigenziali.

Ecco il quadro della macrostruttura organizzativa del Comune di Pisa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Pisa, nuovo assetto dirigenziale: risparmio di 600 mila euro

PisaToday è in caricamento