rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Cronaca

Fiumi di denaro e droga: 18 indagati per spaccio, è l'operazione 'Black Mamba'

Quasi un anno di indagine per i Carabinieri, che hanno ricostruito numerosi traffici incentrati in particolare su Pisa

Una lunga indagine, partita dal gennaio 2022, che ha monitorato lo spaccio di Pisa ricostruendone una parte dei traffici per centinaia di migliaia di euro. Su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pisa, il Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di Pontedera ha portato a compimento gli accertamenti con diverse perquisizioni eseguite in città. L'operazione, denominata 'Black Mamba', è andata in scena la mattina del 24 gennaio.

Alla chiusura delle indagini preliminari sono 18 gli indagati per spaccio, reato contestato in modo continuato in concorso. Si tratta di soggetti principalmente di origine straniera, a lungo intercettati con grande sforzo investigativo, con numerose conversazioni in arabo tradotte dagli inquirenti. A questi si aggiungono altre 3 persone indagate, acquirenti di droga, accusati di favoreggiamento personale perché durante la raccolta di informazioni dei militari hanno fornito dichiarazioni mendaci per coprire l'attività illecita.

Le risultanze descrivono un florido mercato, partito da osservazioni a Pontedera ma poi dipanatesi principalmente nel capoluogo. Sono state 29mila le conversazioni intercettate. Quasi 50 gli acquirenti ascoltati per delineare il quadro di periodi di tempo, quantità e tipologia di sostanze spacciate. La stima dei Carabinieri è che siamo molti di più gli assuntori, tra i 200 e 250 giornalieri. Dipendenti dalla droga, hanno generalmente raccontato di rifornirsi quotidianamente, magari dallo stesso spacciatore, anche da tre o quattro anni. 

E' così che il Nor di Pontedera ha raccolto riscontri risalenti fino al 2018, facendo emergere i numeri: di cocaina ne sono state spacciate oltre 12mila dosi, per un peso di circa 10 chili e un valore di 750mila euro. C'è poi l'eroina, circa 7mila le dosi, per 14 chili e un controvalore di 600mila euro. Sensibilmente più ridotto l'impatto di hashish e marijuana, oltre 300 le dosi cedute per un peso complessivo di un chilo e 6mila euro di valore. Chiude il conto il metadone, circa 10 le dosi per mille euro. Se si moltiplicasse questi numeri per le stime fatte dagli inquirenti facilmente si salirebbe a diversi milioni di euro di traffici illeciti ogni anno.

Ad operare la mattina di martedì per le perquisizioni sono stati i Carabinieri della Compagnia di Pontedera, coadiuvati da militari della Compagnia di Pisa e del Nucleo Cinofili Carabinieri di Firenze. Nel corso delle operazioni sono stati individuati e sequestrati alcuni elementi probatori, ovvero: diverse utenze già oggetto d'intercettazione, bilancine elettroniche di precisione, flaconi di metadone. In tale contesto, durante una perquisizione nell'appartamento di uno degli indagati, gli stessi militari del Nor di Pontedera, con la collaborazione dei militari della Stazione di Lari, hanno arrestato nella flagranza di reato un 23enne di origini senegalesi che aveva la disponibilità di: 25 dosi di cocaina, 3 pezzi di hashish e marijuana, sostanza da taglio e una bilancina di precisione. L'uomo, è risultato estraneo e non indagato per i fatti emersi durante l'operazione 'Black Mamba'. Ieri mattina è stato giudicato con rito direttissimo dal Tribunale di Pisa che ha convalidato l'arresto, rinviato il giudizio a prossima udienza con rito abbreviato e, nel frattempo, disposto la misura cautelare dell'obbligo di firma due volte alla settimana presso i Carabinieri competenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumi di denaro e droga: 18 indagati per spaccio, è l'operazione 'Black Mamba'

PisaToday è in caricamento