Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Pontedera, riorganizzazione territoriale del Cesvot: interviene il presidente Gelli

Il presidente del Centro Servizi Volontariato Toscana Federico Gelli è intervenuto a Pontedera in vista dell'elezione del nuovo direttivo della delegazione pisana. Illustrate le scelte di riorganizzazione e le prospettive future

Fra due settimane sarà eletto il direttivo della delegazione di Pisa del Cesvot e nell'assemblea tenutasi ieri a Pontedera il presidente Federico Gelli ha voluto dettare la via: "I Centri di Servizio siano organismi di assistenza e monitoraggio per tutto il Terzo settore. La delegazione di Pisa, come tutti gli altri nostri presidi sul territorio, si trasformi in 'Casa del volontariato', luogo di confronto e aggregazione sociale".

In corso numerosi cambiamenti in seno all'associazione. "La fase di riorganizzazione del Centro Servizi è in atto – ha spiegato Gelli agli oltre ottanta rappresentanti delle associazioni del territorio intervenuti – e la struttura è stata razionalizzata anche dando disdette di affitto ad alcune sedi provinciali cercando soluzioni alternative a costo zero. Inoltre, in questo anno abbiamo acquisito nuove risorse oltre quelle delle fondazioni bancarie che la legge ci destina".

Il quadro nazionale: "In Commissione Affari Sociali alla Camera sono stati inseriti due importanti emendamenti, già approvati, per far svolgere a tutti i Centri Servizio d'Italia un reale ruolo di riferimento per tutto il Terzo settore. Se la legge di riforma sarà approvata tenendo conto di queste proposte, i Centri di Servizio si occuperanno, fra le altre cose, del controllo e della vigilanza presso il Ministero del Lavoro dell'Istituto del 5 per mille per le associazioni e di garantire la trasparenza all'interno delle stesse per tutelare concretamente chi si organizza per aiutare gli altri".

"Dobbiamo pensare al futuro – ha concluso Gelli - e per farlo dobbiamo ritrovare un nuovo entusiasmo partendo da una presenza reale sul territorio. Non solo come ente erogatore di servizi ma come luogo di aggregazione, di socializzazione e di confronto. Le delegazioni si dovranno trasformare in vere e proprie 'Case del Volontariato' attente ai bisogni non solo del volontario ma anche del cittadino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera, riorganizzazione territoriale del Cesvot: interviene il presidente Gelli

PisaToday è in caricamento