Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Sicurezza, Pisa chiama Firenze: insieme per nuove regole

Il sindaco Filippeschi al corso del Pd su "Azioni amministrative e cultura della legalità" ha annunciato una collaborazione con il primo cittadino fiorentino per una migliore vivibilità delle due città

“Firenze e Pisa hanno un problema che altre città non conoscono, quello del controllo notturno, per la sicurezza e per la garanzia delle regole di convivenza. Dunque serve un'alleanza molto stretta, perché sia riconosciuta la specialità straordinaria di città di turismo e universitaria dai grandi numeri, in cui anche la movida è un fenomeno nuovo da fronteggiare. Diciamo insieme a Governo e Regione: servono regole nuove e risorse per un salto di qualità". Così il sindaco di Pisa Marco Filippeschi intervenuto stamani a Firenze al corso su "Azioni amministrative e cultura della legalità" promosso dal Partito Democratico e che si svolge presso il centro Il Fuligno. 

"Ci sono proposte concrete sulle quali lavorare: io e Renzi lo faremo. Un coordinamento fra le due prefetture, per provvedimenti, quali le ordinanze, omogenei. Nuove regole urbanistiche, ambientali e commerciali per i centri storici sempre più congestionati e procedimenti accelerati. Una missione speciale alle Usl e all'Arpat. Nuovi poteri e più uomini e mezzi per le Polizie Municipali, con progetti speciali quali, ad esempio, interventi per il contrasto delle emissioni acustiche e un nuovo inquadramento dei servizi per la sicurezza urbana per gli orari notturni". 

"I cittadini chiedono risposte e hanno ragione a chiedere - ha concluso Filippeschi - noi sindaci ce ne facciamo carico, ma c'è ancora una sottovalutazione: siamo troppo soli e con pochi mezzi. Servono politiche nuove. Dobbiamo chiederne con una proposta organica. Garantire le regole di convivenza è il primo passo per assicurare il diritto  alla sicurezza di tutti". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, Pisa chiama Firenze: insieme per nuove regole

PisaToday è in caricamento