Cronaca

Caso Iscot: continua la vertenza dei lavoratori dopo l'incontro tra azienda e sindacati

Domani, mercoledì 12 ottobre, sciopero di due ore e assemblea al presidio dei lavoratori. L'iniziativa ha ricevuto l'adesione anche dei delegati di Piaggio, New Job e Ceva

Il presidio dei dipendenti della Iscot

Continua la vertenza dei lavoratori Iscot che svolgono il servizio di pulizia all’interno della ditta Sole di Pontedera. Ieri, lunedì 10 ottobre, si è svolto un incontro tra i vertici dell’azienda e i rappresentanti sindacali di Si Cobas, Usb e Filcams Cgil in cui è stata affrontata la questione dei sei operai in sciopero e presidio dal primo ottobre. L'incontro si è svolto in due parti: un primo 'faccia a faccia' in mattinata, e un secondo incontro nel pomeriggio.

"Il confronto - afferma Alessandro Angelucci, dipendente dell'azienda e delegato Rsa della Iscot - si è conlcluso sostanzialmente con un nulla di fatto. Al faccia a faccia avremmo voluto partecipare anche noi come Rsa, ma l'azienda non ci ha riconosciuto come interlucotori. In compenso continua a trattare la questione come un problema di ordine pubblico e invece di mettersi in gioco e confrontarsi con chi opera per loro, usano la Questura per mediare e presenziare davanti ai cancelli".

La protesta, dunque, va avanti. Per domani, mercoledì 12 ottobre, è stato convocato uno sciopero di due ore (dalle 13 alle 14 per il primo turno e dalle 14 alle 15 per il secondo) e un'assemblea al presidio dei sei operai Iscot. L'iniziativa ha ricevuto l'adesione anche dei delegati di Piaggio, New Job e Ceva.

Sulla vicenda prende posizione anche la senatrice 5 Stelle Sara Paglini che annuncia un'interpellanza parlamentare. "In tutta questa fase di ingiustizie - ha scritto su Fb la senatrice - le istituzioni non si sono fatte mai vive ma al loro posto oggi si sono presentati addirittura spiegamenti di forze dell'ordine. La situazione che si è creata a Pontedera è incandescente e rappresenta un modello di precarizzazione del lavoro ormai diffuso su tutto il territorio nazionale. Molti sono gli interinali che subiscono vessazioni e troppi sono i casi di mancata denuncia e mancanza di controllo di quanto accade".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Iscot: continua la vertenza dei lavoratori dopo l'incontro tra azienda e sindacati

PisaToday è in caricamento