Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Camp Darby

La Cgil sulla vertenza di Camp Darby

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La CGIL e la Filcams di Pisa intervengono nuovamente sulla vertenza di Camp Darby.

“Apprendiamo dalla stampa che le OO.SS. che stanno gestendo la vertenza della Base Americana sono intenzionate a chiamare in causa il Comando USA per comportamento antisindacale – dichiara Cinzia Bernardini della Filcams – questa è una conferma che quanto abbiamo denunciato nella Conferenza stampa del 6 giugno u.s. davanti ai cancelli di Camp Darby era giusto e motivato”.

La CGIL espresse forti perplessità circa la corretta applicazione delle procedure previste dalla Legge per  i licenziamenti collettivi, in quanto non risulta esserci un regime di extraterritorialità delle Basi Americane in Italia. Pertanto ne discende l’obbligo di applicazione della Leggi Italiane, che prevedono precise e stringenti modalità di avvio delle procedure suddette il cui  non rispetto implica l’inefficacia dei provvedimenti adottati (nel caso i licenziamenti)..

“Sarà importante quanto emergerà dall’incontro convocato dalla Regione per martedì 26 giugno – afferma Gianfranco Francese Segretario Generale della CGIL di Pisa –  incontro al quale saremo presenti portando il nostro contributo e nel quale verificheremo insieme alle Istituzioni  sul rispetto delle normative italiane in materia di licenziamenti collettivi in quanto, come è noto, alla nostra Organizzazione Sindacale è inibita la possibilità di confronto con le autorità americane.”

Il Segretario Generale CGIL Pisa                                    Il Segretario Generale Filcams Pisa
          Gianfranco Francese                                                             Cinzia Bernardini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cgil sulla vertenza di Camp Darby

PisaToday è in caricamento