Cronaca Centro Storico / Via dei Mille

Piazza Cavallotti, lavori per la nuova fognatura nera: chiusa via dei Mille

L'intervento rientra nel progetto di riqualificazione di via Santa Maria che donerà all'area un nuovo look. Via dei Mille sarà chiusa al transito dei veicoli fino al prossimo 28 marzo

Lavori in corso in questi giorni sul tratto di piazza Cavallotti che collega via Santa Maria a via Dei Mille. Per consentire l’esecuzione in sicurezza dell'intervento via dei Mille sarà chiusa al traffico veicolare fino al 28 marzo prossimo. I veicoli provenienti da Piazza Cavalieri e via Corsica saranno deviati su via della Faggiola, mentre quelli provenienti da via Don G. Boschi, potranno accedere a via Santa Maria, transitando sulla corsia nord di Piazza Cavallotti dove sarà istituito il divieto di sosta con rimozione coatta dei veicoli eventualmente parcheggiati.

Questi lavori rientrano nel progetto di riqualificazione di via Santa Maria, che prosegue, rispettando il crono programma iniziale. Un ulteriore tratto di strada, quello compreso tra l’incrocio con via Galli Tassi e l’Hotel Duomo, è stato completato in questi giorni e  il cantiere spostato verso piazza Cavallotti.  L’intervento di riqualificazione di via Santa Maria ha riguardato la strada e i marciapiedi. Sotto questi ultimi sono stati fatte passare le canalizzazioni per i cavi di ENEL, dell’illuminazione pubblica, Telecom e  fibra ottica. Al centro della strada le condotte di gas e Acque e la predisposizione dei nuovi allacciamenti. 

Per la lastricatura ai lati della strada sono state utilizzate le antiche lastre dei precedenti marciapiedi, opportunamente tagliate e adattate alle necessità della nuova superficie stradale. In mezzo, invece, la nuova pavimentazione è stata realizzata utilizzando la pregiatissima pietra di Matraia, conosciuta in tutto il mondo per le sue caratteristiche estetiche e per la proprietà di resistenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Cavallotti, lavori per la nuova fognatura nera: chiusa via dei Mille

PisaToday è in caricamento