Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Le guide turistiche scrivono al Sottosegretario Barracciu

“Siamo strategiche per il turismo e la cultura. Risolvere abusivismo e concorrenza sleale”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Hanno scritto una lettera al ministero, le sigle rappresentative delle guide turistiche toscane Confguide Confcommercio e GTI (Guide Turistiche Italiane), per ribadire al Sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Francesca Barracciu “l'importanza strategica della professione di guida turistica per la divulgazione, la valorizzazione e la corretta fruizione del patrimonio storico, artistico, monumentale e paesaggistico dell'Italia”.

A parlare è la presidente regionale Silvia Piccini, fortemente impegnata “a dare il proprio contributo per concertare una politica turistica e culturale di grande respiro e lunga portata, individuare e condividere le strategie di valorizzazione di tutti i siti facilitandone l’accessibilità ed incrementando i flussi di visitatori e turisti, risolvere alcune problematiche legate a temi delicati quali l’abusivismo, la concorrenza sleale, l’armonizzazione tra servizi interni museali e libera professione nel rispetto delle regole del libero mercato”.

Pur rilevando una serie di difficoltà e criticità conseguenti alle nuove norme che disciplinano l’accesso e lo svolgimento della professione (art. 3 legge 97/2013) la presidente Silvia Piccini si dice “certa e confida che Ministero e Regioni, nel portare a conclusione e mettere a regime l’iter normativo riconosceranno le professionalità acquisite e non ostacoleranno l’esercizio della professione delle guide turistiche già abilitate, che da anni offrono e garantiscono servizi di qualità”.

Chiara la richiesta di Confguide, tramite la sua presidente, rivolta alla Regione: “In particolare alla Regione Toscana chiediamo che, in attesa della nuova normativa, vengano sospesi gli esami di abilitazione alla professione e l’assicurazione che le guide già autorizzate e abilitate vengano confermate e non debbano ripetere nessun esame”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le guide turistiche scrivono al Sottosegretario Barracciu

PisaToday è in caricamento