"Lungomare di Marina di Pisa chiuso al traffico": partita la petizione online

E' l'iniziativa di una cittadina su Change.org, volta a "vedere la reazione di opinione pubblica e politici locali"

"Chiudere il lungomare di Marina di Pisa porterebbe più turisti che verrebbero a passeggiare per vedere il mare e incrementerebbe il commercio di tutto il litorale". E' la premessa della petizione su Change.org per la definitiva pedonalizzazione della via, lanciata dalla cittadina Cecilia Salvadori. A tre giorni dalla pubblicazione, stamani 26 agosto, ci sono state 79 adesioni. 

"Tante manifestazioni potrebbero svolgersi nella nostra piccola località - continua la petizione - che se ben pubblicizzate attirerebbero tantissime persone e tutti gli stranieri che transitano attraverso l'aeroporto di Pisa. Con una campagna pubblicitaria adeguata e con una riqualificazione mirata potremmo trasformare il nostro litorale in un piccolo gioiello da visitare dopo aver visto Piazza dei Miracoli e la torre pendente e potremmo istituire un punto di informazioni turistiche e spiegare a chi arriva la storia della nascita di Marina di Pisa, con una raccolta di libri a tema da vendere ai turisti".

Si tratta di un primo spunto, lanciato per "scuotere un po' l'opinione pubblica riguardo a questo tema e vedere la reazione dei politici locali" spiega Cecilia. Il tema della riqualificazione del litorale è dibattuto da anni. Circa due anni fa era stata promossa una raccolta firme con la stessa finalità, sempre su Change.org: allora si chiuse con 151 sottoscrittori

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea ritira dal mercato un bicchiere da viaggio: può contenere sostanze tossiche

  • Calendario 'Miss Nonna 2020': tra le protagoniste anche una signora di Bientina

  • Commercio: nuova apertura in piazza delle Vettovaglie

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 18 e 19 gennaio

  • Polizia di Stato in azione: oltre mille persone controllate nel pisano

  • Occupazioni in varie scuole di Pisa e provincia

Torna su
PisaToday è in caricamento