Odori nauseabondi a Castelfranco di Sotto: controlli all'impianto della Waste Recycling

Le maleodoranze sono state avvertite da alcuni cittadini che preoccupati hanno segnalato la situazione all'amministrazione comunale. I tecnici di Arpat hanno individuato la causa: l'alta concentrazione di ossigeno in una delle due vasche di ossidazione

Maleodoranze avvertite venerdì sera dai cittadini di Castelfranco di Sotto nella zona di via Piè di Monte, Francesca Bis e via delle Confina. Sul posto sono così intervenuti l’assessore all’Ambiente Federico Grossi ed il sindaco Gabriele Toti che si sono recati in Via Malpasso nei pressi dell’impianto ex depuratore di gestito da Waste Recycling, avvertendo anch'essi un odore nauseabondo nel perimetro esterno dell’impianto. 

Sono stati così avvisati i tecnici di Arpat che hanno effettuato un sopralluogo. Sabato mattina poi Arpat ha acquisito i dati dei tabulati dei sensori dislocati in vari punti dell'impianto.

"Dai dati acquisiti - fanno sapere dall'Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana - si è potuto accertare che dalle ore 21 di sabato la concentrazione di ossigeno in una delle due vasche di ossidazione dei reflui aveva raggiunto livelli parzialmente critici (0,9 mg/l), dopo che l'impianto aveva ricevuto un carico organico (percolato) poco prima. Gli altri parametri registrati dai sensori risultavano invece regolari. E' probabile che questo apporto di materiale organico abbia stressato una delle due vasche di ossidazione, mentre l'altra non ha registrato alcuna anomalia, provocando le maleodoranze percepite dalla popolazione". "Si è quindi segnalato al gestore la necessità di una maggiore attenzione alla ripartizione del carico idraulico/organico fra le due vasche di ossidazione, per evitare il ripetersi di queste problematiche" concludono da Arpat.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cisanello, tragico tamponamento tra auto: neonato perde la vita

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Muore in bici travolto da un'auto

  • Travolto in bici da un'auto: la vittima aveva 22 anni

  • Cede il fondo stradale: chiuso cavalcavia della superstrada

  • A Marina di Pisa sbarca il 'tempio' degli hamburger di qualità

Torna su
PisaToday è in caricamento