Cronaca Ospedaletto

Maleodoranze a Ospedaletto: ancora controlli alla Teseco

Arpat ha eseguito le ultime verifiche lo scorso mese di settembre. Sottolineata la necessità di un adeguamento degli impianti per il trattamento dei rifiuti

In seguito alle ripetute segnalazioni per maleodoranze da parte dei lavoratori di alcune aziende della zona industriale di Ospedaletto, il Dipartimento ARPAT di Pisa ha svolto, negli ultimi anni, un'intensa attività di controllo, individuando la causa delle maleodoranze in alcune aree della piattaforma di trattamento stoccaggio rifiuti della Teseco Srl.

Anche le ultime indagini, svolte lo scorso mese di settembre, hanno evidenziato che l'attività è caratterizzata da ampie variazioni nelle tipologie di rifiuti stoccati/trattati in termini quantitativi e qualitativi e che le stesse variazioni dipendono principalmente dall'attività in corso all'interno dei capannoni.

"Per evitare il permanere di forti maleodoranze - si legge in una nota di Arpat - sono stati proposti alla Regione Toscana, competente al rilascio dell'Autorizzazione Integrata Ambientale, ulteriori accorgimenti gestionali rispetto a quelli già adottati lo scorso anno, in attesa dell'effettuazione di un adeguamento impiantistico che possa risolvere definitivamente la problematica. Per la valutazione degli eventuali aspetti di carattere sanitario, sono stati contestualmente informati la ASL Nord-Ovest-Settore Igiene Pubblica ed il Comune di Pisa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maleodoranze a Ospedaletto: ancora controlli alla Teseco

PisaToday è in caricamento