rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca Volterra

Maltempo, il Consorzio di Bonifica Valdera chiarisce: "Noi? Nessuna colpa per le alluvioni"

Dopo il tremendo nubifragio che ha colpito il volterrano, il direttore del Consorzio Gianluca Soro chiarisce che le responsabilità non devono essere attribuite ad una scarsa manutenzione degli argini. Intanto a Volterra i ragazzi tornano in classe

Compiere ogni sforzo possibile per permettere la ripresa delle normali attività didattiche. Con questo impegno l’amministrazione comunale di Volterra, dopo l'alluvione della scorsa settimana, si sta adoperando perché gli studenti di Villamagna e Saline, le zone maggiormente colpite dalle violente piogge, possano tornare sui banchi di scuola. Le lezioni riprenderanno, oggi, mercoledì 30 ottobre per i bambini dell’asilo e i ragazzi delle scuole elementari di Saline che saranno ospitati nella scuola media della frazione. Sempre mercoledì gli studenti delle scuole elementari di Villamagna  riprenderanno le lezioni nella scuola 'Jacopo da Volterra'.

Lunedì 4 novembre, invece, potranno riprendere l’attività didattica i bambini dell’asilo di Villamagna nelle aule dell’istituto 'Jacopo da Volterra'.

BONIFICA. Intanto il Consorzio di Bonifica Valdera replica alle accuse di scarsa manutenzione alla rete idraulica lanciate nei giorni scorsi da Coldiretti, dopo la grave ondata di maltempo che ha colpito Volterra e la Valdicecina." L'evento è stato di alta e pericolosa intensità. Ma non ci sono state carenze nella gestione della sicurezza idraulica dei corsi d’acqua - afferma in una nota il direttore del Consorzio di Bonifica Valdera, Gianluca Soro - i numeri parlano chiaro con una situazione meteorologica che nella zona ha fatto registrare valori di pioggia che hanno sfiorato i 100 millimetri in due ore con un'intensità media oraria di 50 millimetri equivalente ad altissima criticità. Un evento con tempi di ritorno calcolati sulla durata delle tre ore tra 50 e 120 anni''.

L'Era, inoltre, secondo Soro, ''è un corso naturale per cui è normale la presenza delle vegetazione ripariale, che svolge (ed è stato così) un importante funzione di rallentamento della corrente e i guadi cimentati svolgono la funzione di soglie di fondo che fissano la quota dell'alveo: queste sono un ulteriore elemento di garanzia di regolarità del fiume''. Tuttavia, conclude il direttore del Consorzio di bonifica, ''la forza dell'evento è dimostrata da quello che è successo lungo la Srt 49 dove l'argine in sinistra idraulica è stato sormontato dalla piena e si è rotto in più punti'' annunciando che ''nelle prossime settimane sarà effettuata in un tratto lungo 10 chilometri una pulizia generale delle vegetazione arborea e arbustiva che la forza dell'acqua ha abbattuto''.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, il Consorzio di Bonifica Valdera chiarisce: "Noi? Nessuna colpa per le alluvioni"

PisaToday è in caricamento