Cronaca

Meningite in Toscana, l'esperto: "L'emergenza è ormai alle spalle, ma non abbassiamo la guardia"

Francesco Menichetti, direttore dell'Unità operativa di Malattie infettive dell'Aoup: "La campagna vaccinale ha funzionato e il numero di casi registrati è tornato ad essere nella media"

Francesco Menichetti, direttore dell'Unità operativa di Malattie infettive dell'Aoup

"L'emergenza è ormai alle spalle". E' quanto ha affermato Francesco Menichetti, direttore dell'Unità operativa di Malattie infettive dell'Aoup, a margine della conferenza stampa di presentazione del corso avanzato di terapia antibiotica che si svolgerà a Pisa dal 14 al 16 novembre prossimi. Il riferimento è alla meningite da meningococco c, una malattia infettiva che a partire dai primi mesi del 2015 ha fatto registrare in Toscana un sensibile aumento dei casi rispetto agli anni precedenti, anche nella fascia di età più adulta della popolazione.

Una situazione che ha richiesto un continuo monitoraggio da parte degli esperti e dell'Istituto Superiore di Sanità, oltre all'adozione di misure mirate alla prevenzione della diffusione dell'infezione. "Misure che hanno funzionato. La massiccia campagna vaccinale della Regione - ha spiegato Menichetti - seppur tra critiche e difficoltà, ha dato i suoi effetti. Se nel 2015 e nel 2016 l'infezione da meningococco di tipo c era una sorta di spauracchio, oggi possiamo invece dire che si registrano solo casi sporadici: i numeri sono tornati ad essere nella media". Tra il 2015 e il 2016 sono stati una sessantina i casi di menigococco di tipo c fatti registrare in Toscana, con una dozzina di decessi.

Secondo i dati della Regione i casi fatti registrare nei primi sei mesi del 2017 sono invece stati 'solo' 6. "Ovviamente - continua Menichetti - non bisogna abbassare la guardia e continuare a puntare sulla prevenzione e quindi sui vaccini, che rappresentano l'unico modo per prevenire e combattere la diffusione dell'infezione". Non a caso la Regione a luglio scorso aveva deciso di prorogare fino al 31 dicembre di quest'anno la campagna straordinaria di vaccinazione avviata nell'aprile 2015 per contenere il diffondersi della meningite in Toscana.

In poco più di due anni, dall'inizio della campagna vaccinale al 31 maggio 2017 (ultimi dati ufficiali disponibili), in Toscana sono state vaccinate in totale oltre 900.000 persone: 225.072 nella fascia di età dagli 11 anni compiuti al compimento dei 20 anni, 404.155 nella fascia di età dai 20 anni compiuti al compimento dei 45 anni, 273.647 dai 45 anni compiuti. In tutto, quindi, sono state vaccinate 902.874 persone. Alla campagna straordinaria risulta inoltre che abbia aderito il 77% dei pediatri di famiglia e l'86% dei medici di medicina generale. Per quanto riguarda i nuovi nati (che non rientrano nella campagna straordinaria di vaccinazione), a 24 mesi di età (quindi nati nel 2013) risulta una copertura del 91%.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meningite in Toscana, l'esperto: "L'emergenza è ormai alle spalle, ma non abbassiamo la guardia"

PisaToday è in caricamento