Cronaca

Terricciola: muore accoltellato durante una lite in struttura sanitaria

Il diverbio è scoppiato per futili motivi: uno dei due giovani ha estratto un coltello da cucina ferendo a morte l'altro paziente ospite della residenza sanitaria: per la vittima non c'è stato niente da fare, è morto in ospedale

E' finita con un tragico epilogo una lite tra due ragazzi con problemi psichici ospitati alla residenza Pozzuolo di Terricciola, gestita dalla cooperativa Agape. Uno dei due è morto ieri sera all'ospedale "Lotti" di Pontedera. I due, accompagnati da un operatore della struttura che ospita in tutto 8 persone, erano usciti per una passeggiata quando ad un tratto hanno iniziato, per futili motivi a litigare. Uno dei due ha estratto un coltello da cucina e ha colpito l'altro con numerose coltellate alla schiena. L'operatore non è riuscito a separarli se non per un breve istante. Il ferito, 31enne residente in Valdicecina, è stato subito trasportato d'urgenza all'ospedale. Le sue condizioni erano apparse subito molto gravi ed infatti non è riuscito a superare i traumi legati alle ferite da arma da taglio. L'aggressore, 33enne di Volterra, è stato arrestato. La stessa Asl spiega di aver, oltre che avviato indagini interne, costituito anche un gruppo di esperti per dare sostegno psicologico a operatori e pazienti del centro "Dove mai si erano avute avvisaglie di quanto accaduto - recita il comunicato - e in cui l'attività sta proseguendo regolarmente".


Dalle indagini risulta che il coltello utilizzato dall'aggressore non sarebbe stato prelevato dalla cucina del centro, come era sembrato in un primo momento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terricciola: muore accoltellato durante una lite in struttura sanitaria

PisaToday è in caricamento