Cronaca Porta a Mare / Ponte Canale Navicelli

La rivoluzione della raccolta differenziata: nuovi investimenti e stazioni ecologiche

Nuove stazioni ecologiche e raccolta differenziata porta a porta nei quartieri e in centro. Oltre un milione di euro d'investimenti da parte del Comune di Pisa e Geofor per il potenziamento dei servizi

Il Comune di Pisa e Geofor investono oltre un milione di euro per potenziare gli strumenti e il servizio di raccolta differenziata. Una piccola rivoluzione cittadina in questo settore, che prevede nuove stazioni ecologiche (fisse-mobili) e raccolta differenziata porta a porta, nei quartieri e in centro, solo per le utenze domestiche.

Con le due nuove stazioni fisse, dall’inizio di febbraio sono cambiati anche i turni e gli orari settimanali dei centri mobili già in funzione da tempo. La prima stazione è entrata in funzione ieri mattina nell'area dei Navicelli, la seconda aprirà i battenti lunedi prossimo a Putignano. Complessivamente fanno circa 400 mila euro d’investimento per due nuove stazioni ecologiche fisse cittadine, entrambe completamente informatizzate.

"Raddoppiamo da subito il numero delle stazioni ecologiche fisse presenti sul territorio comunale ma l'obiettivo è quello di arrivare a 6 entro la fine dell'anno per un investimento complessivo che sfiorerà gli 800 mila euro - ha annunciato il sindaco di Pisa Marco Filippeschi - nei prossimi giorni partiranno i lavori per realizzare quella lungo via San Jacopo ed è prevista la costruzione di una stazione di raccolta specifica per gli apparecchi elettronici".

"Il progetto dei centri di raccolta fissi e mobili registra una riorganizzazione funzionale e un ulteriore salto di qualità - sono state le prime parole della riflessione del presidente di Geofor Paolo Marroncini - sei centri di raccolta differenziata operativi sul territorio, quanti saranno alla fine del 2013, sono davvero un numero considerevole, fra i più consistenti nel panorama nazionale".

Un'altra novità importante che prenderà il via nelle prossime settimane è l'acquisto di due stazioni mobili completamente automatizzate, per altri 280 mila euro. "Sono 'Cam' di ultima generazione - ha spiegato l'assessore all’ambiente Federico Eligi - che non necessitano della presenza fissa di un operatore per essere utilizzate e che consentiranno una maggiore flessibilità di funzionamento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rivoluzione della raccolta differenziata: nuovi investimenti e stazioni ecologiche

PisaToday è in caricamento