rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Cronaca

Occupazione suolo pubblico, parcheggi riservati, antenne: i comitati del centro fanno il punto

Assemblea dei residenti di Santa Maria, che in una nota evidenziano quanto emerso nella partecipata riunione di sabato al Royal Victoria Hotel

Il comitato di Santa Maria ha fatto il punto delle richieste e della situazione nel quartiere nella scorsa assemblea di sabato 18 marzo, alla presenza anche dell'assessore all'urbanistica Massimo Dringoli. Fra gli argomenti: la riforma dei Ctp, parcheggi riservati, occupazione suolo pubblico, antenne telefonia, recupero della caserma ex Artale. 

Sui Ctp, il Coordinamento dei Comitati cittadini ha espresso un "parere negativo sul nuovo regolamento sulla partecipazione approvato dal Consiglio comunale, in quanto non rappresenta l’auspicato superamento dei vecchi Ctp, di nomina partitica, e non consente una collaborazione diretta dei cittadini, ma è un duplicato del precedente". Pertanto "i Comitati, compreso quello di Santa Maria, non provvederanno a nominare i propri rappresentanti, a meno che non intervengano modifiche sostanziali".

Soddisfazione è stata invece espressa sugli stalli gialli di sosta riservati ai residenti del quartiere: "Si tratta di una conquista, soprattutto per attenuare gli accessi e la sosta dei clienti degli hotel e B&B, ottenuta dopo un incontro col sindaco. Il presidente Francesco Pozzi ha specificato che questo tipo di parcheggio "vale solo per i residenti e non anche per gli 'autorizzati', come inizialmente indicavano erroneamente i cartelli della segnaletica, che un nuovo intervento del sindaco ha fatto poi modificare. Dagli interventi dei presenti è emersa la necessità che i fruitori debbano essere identificabili con un apposito segnale distintivo per favorire i controlli, che si chiede siano frequenti. I posti, per ora previsti in alcune strade, sono circa 200, anche se è sempre possibile sostare nelle altre zone (strisce bianche) per soddisfare tutte le esigenze". E’ stata ribadita anche la richiesta di rivedere il regolamento sulla ztl in forma restrittiva con una disciplina diversa e cumulativa delle consegne da parte dei mezzi che "invadono a tutte le ore il quartiere, riducendo così le fonti di inquinamento".

Pozzi ha poi introdotto il tema dell’occupazione del suolo pubblico, "che è diventata invasiva.  Dopo la pandemia è stata data agli esercenti la possibilità di un aumento del 60% dell’area esterna, che inizialmente era gratuita ed ora è a pagamento. Si chiede che venga eliminato il 'consenso dei vicini' per ottenere il nulla osta, perché causa di conflitti e di disagi per i residenti. Ci sono locali che mettono le tende, i tavolini e le sedie davanti a porte o finestre. Le modalità e le ubicazioni devono essere disciplinate da un regolamento pubblico, che già esiste per l’arredo urbano, con una delimitazione evidente a terra dello spazio. In via dei Mille l’occupazione rende difficile il transito veicolare e pedonale. Qui è prevista una nuova pavimentazione in pietra, con passaggi pedonali protetti. Verranno asfaltate anche altre strade dissestate del quartiere, come richiesto da tempo dai cittadini, e installate ulteriori sette telecamere per la sicurezza, grazie anche al contributo del Ministero dell’Interno".

Sulle antenne recentemente installate, si attendono i risultati dei "richiesti nuovi controlli" e un "Regolamento comunale che vieti le antenne in prossimità delle abitazioni. Il Comitato ha diffidato anche la Soprintendenza, competente per stabilire la idoneità di queste strutture dal punto di vista paesaggistico ed architettonico, di forte impatto sull’asse visivo che porta a Piazza del Duomo, patrimonio Unesco dell’umanità".

Nel contesto del recupero dell’ex Caserma Artale, i comitati evidenziano che "ci sarà anche la possibilità di utilizzare una parte di edifici di scarso valore, da demolire, come parcheggi da destinare ai residenti, con una capienza di 80 posti. In città è nata una discussione, durante varie assemblee, dove è emerso che alcuni sono contrari all’utilizzo dell’area come zona di parcheggio. Per i residenti di Santa Maria, invece, questa ipotesi rappresenterebbe una soluzione da tempo auspicata, presente nelle Linee di indirizzo approvate dal Consiglio comunale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione suolo pubblico, parcheggi riservati, antenne: i comitati del centro fanno il punto

PisaToday è in caricamento