Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Contrabbando ed evasione, maxi operazione della Finanza: 9 arresti

Perquisizioni anche a Pisa per l'indagine 'Viceré' eseguita la mattina di giovedì dalla Guardia di Finanza, che ha portato all'arresto del viceprefetto reggente dell'Isola d'Elba

Le sigarette sequestrate. Sotto gli esplosivi artigianali

Maxi operazione, questa mattina 31 maggio, della Guardia di Finanzia di Livorno, su ordine del Procuratore Capo della Repubblica di Livorno dottor Ettore Squillace Greco. Disposte perquisizioni in 7 regioni e numerose province, fra cui Pisa. Sono 9 le persone destinatarie di misure cautelari, di cui due in carcere. E sono figure di rilievo: il viceprefetto reggente dell'Isola d'Elba ed un pregiudicato appartenente ad una nota famiglia di 'ndrangheta attiva in Piemonte, a suo tempo mandante dell'omicidio del Procuratore di Torino Bruno Caccia. Gli altri sette sono stati destinati agli arresti domiciliari.

In tutto i denunciati dell'operazione 'Viceré' sono 27. Le accuse mosse dagli inquirenti sono di associazione a delinquere, porto abusivo di esplosivi (si pensa detenuti al fine di compiere un atto di intimidazione), contrabbando di 9 tonnellate di sigarette, indebita compensazione di debiti tributari tramite fittizie compensazioni, illecita sottrazione al pagamento delle accise sugli alcoli, anche mediante falso in documenti pubblici informatici.

Sono stati impiegati 120 militari, nei territori di Livorno, Pisa, Pistoia, Torino, Asti, Padova, Ravenna, Forlì, Campobasso, Napoli, Salerno, Lecce e Brindisi. Per i dettagli è annunciata una conferenza stampa al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Livorno alle ore 10.30.

esplosivi vicere guardia finanza-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrabbando ed evasione, maxi operazione della Finanza: 9 arresti

PisaToday è in caricamento