Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Insediamenti abusivi: è vietato l'accampamento, il bivacco e il campeggio in tutto il comune

Il provvedimento è stato assunto nei giorni scorsi con un'ordinanza del sindaco Filippeschi. L'obiettivo è quello di scongiurare le "problematiche igienico sanitarie" connesse al fenomeno, soprattutto durante l'estate

Divieto di campeggio, bivacco e accampamento su tutto il territorio comunale. E' il provvedimento assunto dal sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, su proposta della Polizia Municipale, con un'ordinanza firmata alcuni giorni fa. Il provvedimento sarà valido fino al 30 settembre 2016 e sostituisce quello assunto il 14 giugno scorso che vietava il campeggio in tutto il Comune.

"Dalla relazione depositata dalla Polizia Municipale di Pisa presso l’Ufficio del Sindaco - si legge nel provvedimento - a seguito dei sopralluoghi effettuati sul territorio comunale, anche in conseguenza delle numerose segnalazioni e lamentele avanzate da cittadini, è emerso in varie situazioni il fenomeno di nascita di insediamenti non autorizzati di gruppi di persone, con presenza anche di minori, che occupano porzioni di aree pubbliche per utilizzarle come campeggio, bivacco e accampamento".

Situazioni che, secondo il documento, comportano una serie di problematiche "sia sotto l'aspetto igienico-sanitario (abbandono incontrollato di rifiuti, accensione di fuochi e sversamenti di materiali biologici) che sotto quello della sicurezza pubblica (danneggiamento al patrimonio pubblico, impedimento della sua fruibilità e scadimento della qualità e del decoro urbano)". Criticità che sarebbero ulteriormente accentuate con l'approssimarsi della stagione estiva accrescendo così "i già gravi problemi igienico sanitari collegati a questi fenomeni" e determinando "una condizione di pericolo per gli stessi occupanti del suolo pubblico", influendo inoltre negativamente "sulla qualità della vita degli abitanti dei luoghi adiacenti agli insediamenti temporanei non autorizzati, con una complessiva, grave situazione di allarme sotto il profilo igienico-sanitario, della sicurezza e del decoro urbano"

Il provvedimento nasce anche dalla considerazione che "nell’ambito del territorio comunale esistono - si legge ancora nell'ordinanza - aree attrezzate per tali finalità, dotate di servizi igienici, acqua potabile ed energia elettrica, che consentono agli eventuali interessati il corretto svolgimento delle esigenze di vita quotidiana nel rispetto delle vigenti norme a tutela dell’igiene, sanità ed incolumità pubblica". Per i trasgressori sono infine previste sanzioni amministrative "unitamente alla sanzione accessoria del sequestro amministrativo delle attrezzature (veicoli compresi)" nonché "il ripristino dello stato dei luoghi a spese degli occupanti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insediamenti abusivi: è vietato l'accampamento, il bivacco e il campeggio in tutto il comune

PisaToday è in caricamento