Lotta al degrado: scatta il divieto di vendita di bevande da asporto

Il provvedimento in vigore dalle ore 22 fino alla chiusura dei locali. Multe salate per chi acquista bevande da venditori abusivi

Dopo l'ordinanza anti-bivacco, che vieta di sedersi sui monumenti o sdraiarsi sulle panchine, un nuovo provvedimento per combattere il degrado è stato emanato dal sindaco di Pisa Michele Conti. La nuova ordinanza, in vigore da oggi 17 agosto fino al 31 dicembre, dispone su tutto il territorio comunale, compreso dunque il litorale, dalle ore 22.00 e fino all’orario di chiusura dei pubblici esercizi di somministrazione il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione ed in qualsiasi recipiente contenute. Rimane consentita la somministrazione di bevande nei locali dei pubblici esercizi e delle loro pertinenze. L'ordinanza sottolinea poi che "è sempre vietato acquistare o comunque ricevere bevande alcoliche e non da venditori su area pubblica sprovvisti delle autorizzazioni richieste per legge".

La disposizione del primo cittadino ha come obiettivo quello di prevenire rifiuti e sporcizia dovuti all'abbandono di bicchieri e contenitori vari soprattutto nelle zone più calde della movida e di combattere il fenomeno dei venditori abusivi di birre e bevande.
Previste in caso di inottemperanza alla norma e per chi acquista da abusivi multe fino a 500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Incendiato da ignoti storico negozio di abbigliamento: "Duro colpo, ma non mollo"

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

Torna su
PisaToday è in caricamento