Contrasto al degrado e alla malamovida: tre ordinanze in vigore dall'8 ottobre

L'amministrazione comunale ripropone i provvedimenti già testati dalla precedente Giunta, allargandone però l'ambito di applicazione. Il sindaco Conti: "La città ha bisogno di regole". Ecco tutti i dettagli

Un momento della conferenza stampa di presentazione dei provvedimenti

Contrastare il degrado e la malamovida nel centro storico cittadino, oltrechè gli insediamenti abusivi su tutto il territorio comunale. E' questo l'obiettivo di tre ordinanze firmate dal sindaco di Pisa, Michele Conti. I 3 provvedimenti sono stati presentati questa mattina, lunedì 1 ottobre, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta a Palazzo Gambacorti.

"Il nostro intento - ha affermato Conti - è quello di riqualificare il centro storico della città. Nella Pisa che immagino ci vogliono delle regole, vanno impediti comportamenti non consoni al pubblico decoro, ci deve essere sicurezza per i cittadini e accoglienza qualificata per i visitatori. A questo proposito la nostra attenzione a far rispettare le ordinanze sarà massima soprattutto nell’asse turistico che parte dalla stazione e raggiunge Piazza dei Miracoli. Si tratta di un primo step, al quale seguiranno in un secondo momento interventi sull'arredo urbano". Soddisfatta anche l'assessore alla Sicurezza, Giovanna Bonanno. "Queste ordinanze rappresentano una ulteriore misura di contrasto a comportamenti che hanno assunto in città aspetti non più tollerabili e che questa amministrazione vuol contrastare in modo deciso".

Provvedimenti analoghi erano in realtà stati adottati anche dalla precedente amministrazione. "Cercheremo però - ha affermato ancora Conti - di intensificare i controlli. Inoltre abbiamo allargato l'ambito di applicazione delle ordinanze, inserendo ad esempio anche l'area di Piazza dei Cavalieri". Ed è proprio quest'ultima su cui sarà più arduo far rispettare i provvedimenti, in particolare l'ordinanza antidegrado, considerate le centinaia di persone che ogni sera sostano nell'area, sedendosi ad esempio per terra o sulle gradinate della chiesa di Santo Stefano. "Stiamo studiando con la Questura - ha detto a proposito il comandante della Polizia Municipale, Michele Stefanelli - le modalità operative di intervento".

"Si tratta di ordinanze - ha continuato Stefanelli - che hanno un carattere temporaneo. L'obiettivo è quello però di rendere questi provvedimenti strutturali e per questo stiamo lavorando per modificare il Regolamento di Polizia Municipale". Per farlo servirà un percorso amministrativo che passi attraverso le Commissioni consiliari e il Consiglio Comunale: "Il nostro obiettivo - ha concluso il sindaco Conti - è quello di modificare il Regolamento entro sei mesi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Incidente tra due auto e un camion all'ingresso della Fi-Pi-Li

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento