Auto danneggiate all'ospedale Cisanello: nuove disposizioni per il parcheggio dei dipendenti

L'Aoup stabilisce le misure per permettere ai dipendenti in turno di notte di parcheggiare in sicurezza la propria vettura. I dettagli

Dopo il raid vandalico che nella notte tra domenica 12 e lunedì 13 ha visto danneggiate numerose auto dei dipendenti nel parcheggio A dell'ospedale Cisanello, la Direzione aziendale dell'Aoup, per andare incontro alle richieste del personale e delle organizzazioni sindacali, ha adottato alcune disposizioni per aumentare la sicurezza dei lavoratori del nosocomio pisano.

A Cisanello l’Azienda mette a disposizione di tutti di dipendenti in turno notturno e in reperibilità un’area riservata del parcheggio C (c/o via Martin Lutero), adeguatamente sorvegliata dal servizio di vigilanza h 24, dove potranno parcheggiare accedendo liberamente fino a mezzanotte o, in caso di chiusura dei cancelli (da mezzanotte alle 5 del mattino), rivolgendosi al personale di vigilanza in servizio continuo al vicino varco di ingresso 4.
Solamente i professionisti chiamati in reperibilità nelle Unità operative ubicate all’Edificio 31 - tenuto conto degli spazi ancora disponibili all’interno del perimetro ospedaliero e considerate le recinzioni delle aree di cantiere per la costruzione del Nuovo Santa Chiara - potranno accedere dal varco n. 1 (Dea), rilasciando generalità e numero di matricola al personale addetto al controllo degli accessi. Con il procedere dei lavori potranno esserci comunque variazioni in queste modalità di accesso.
Infine, moto e scooter possono entrare unicamente dai varchi n. 4 e n. 6. e potranno sostare esclusivamente negli stalli dedicati. Visto l’esiguo spazio a disposizione nell’area prospiciente l’edificio 31, l'Azienda ritiene doveroso privilegiare la percorrenza e la sosta ai soli mezzi sanitari, vietando in maniera assoluta l’accesso a moto e scooter dal varco n. 1.

Per quanto riguarda l'ospedale Santa Chiara l'Aoup conferma che, a partire dalle 13 e fino alle 22, è consentito l’accesso in auto ai dipendenti in servizio pomeridiano e notturno (il permesso di sosta è valido fino alle 7.30). L’accesso è consentito ovviamente anche al personale chiamato in orario di reperibilità, sempre previo rilascio delle proprie generalità e numero di matricola al personale di vigilanza addetto al controllo degli accessi.

L'Aoup ricorda inoltre che i due presidi ospedalieri di Cisanello e Santa Chiara sono dotati entrambi, sulle aree esterne, di sistema di videosorveglianza a circuito chiuso, diurno e notturno (a infrarossi). A Cisanello ci sono 129 telecamere disseminate agli angoli degli edifici, sulle facciate, agli incroci, sulle aree di sosta. In particolare, il parcheggio A (c/o Ponte alle Bocchette, circa 1600 posti auto) è sorvegliato da 37 telecamere e il parcheggio C (circa 450 posti) da 14 impianti di videoregistrazione. Al Santa Chiara invece le telecamere esterne sono 23.

Permessi speciali

Per quanto riguarda i permessi di accesso (a entrambi gli stabilimenti) ai dipendenti con problemi di deambulazione, l'Aoup precisa che il 31 dicembre 2019 sono decadute tutte le autorizzazioni. Per il 2020 sarà consentito l’accesso esclusivamente ai dipendenti in possesso del 'Contrassegno Disabili', da esibire al personale addetto al controllo.
Per ottenere il rilascio del contrassegno, i residenti nel territorio dell’Azienda Usl Toscana nord-ovest possono consultare le indicazioni fornite sul sito web dell’Azienda stessa.
I residenti fuori dal territorio dell’Azienda Usl Toscana nord-ovest possono rivolgersi alla propria Asl di appartenenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

  • Prenotazione Cup, servizio sospeso su tutto il territorio

  • 'L'Amica geniale' fa tappa a Pisa e alla Normale: appuntamento in prima serata su Rai 1

  • Liceo Galilei di Pisa: studenti denunciano offese ricevute dai professori

Torna su
PisaToday è in caricamento