rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Litorale, crescono gli stalli blu: la sosta sarà a pagamento tutti i giorni

Delibera di Giunta: dal primo giugno i parcheggi a pagamento si estenderanno sia a Marina che a Calambrone. Dal 15 luglio al 20 agosto si pagherà tutti i giorni, non più solo nel week end. Nerini (Nap): "Maldestro tentativo di fare cassa"

Cresce il numero di stalli blu sul litorale e aumenta il numero di giorni in cui la sosta a pagamento sarà in vigore. E' quanto contenuto in una delibera di Giunta approvata alcuni giorni fa a Palazzo Gambacorti che entrerà in vigore a partire dal primo giugno prossimo. La notizia più importante è che, seppure per un periodo limitato che va dal 15 luglio al 20 agosto, la sosta a Tirrenia, Marina di Pisa e Calambrone, sarà a pagamento tutti i giorni e non solo nei giorni festivi e prefestivi come è avvenuto fino ad ora. Limitatamente a questa finestra temporale la sosta sarà a pagamento tutti i giorni "dalle 8 alle 20 e, in aggiunta, nei giorni festivi, prefestivi e antecedenti i prefestivi, dalle 20 alle 02 del giorno successivo".

ESTENSIONE DELLE STRISCE BLU. Il provvedimento, a partire dal primo giugno, estende anche gli stalli blu a Marina di Pisa (dove in sostanza riguarderanno tutto l'abitato) e Calambrone. A Marina, in particolare, il provvedimento riguarderà le vie comprese tra via Duccio Ducci e via Salvini lato Arno e via Arnino lato Tirrenia: largo M. Betti, piazza Gorgona, piazza Sardegna, via Pietro Moriconi, via Arnino, via Cagliaritana, via Camillo Guidi, via Dell’Ordine di S. Stefano, via Don Felici, via Enrico Diacono, via Enrico Masca, via F. Lanfreducci, via Flavio Andò, via Francardi, via Girolamo Vecchiani, via Gualduccio, via Gustavo Salvini, via Iacopo Inghirami, via Ildebrando Orlandi, via Ivizza lato pineta, via Lamberto Orlandi, via Lori, via Lotaro Gusmari, via Milazzo. A Calambrone invece l’estensione delle strisce blu interessa via delle Gardenie, via delle Mimose, via De Andre, via delle Magnolie, via dei Tulipani, via dei Frassini, slargo presente all’intersezione tra via dei Frassini e viale del Tirreno.

LE MOTIVAZIONI DEL PROVVEDIMENTO. L'idea di fondo è quella di salvaguardare i residenti. Si parte dal fatto che durante la stagione estiva il litorale "viene rapidamente saturato dalla presenza di mezzi privati". Per quanto riguarda Marina, l’intervento di tariffazione della sosta adottato lo scorso anno è considerato "non sufficiente a salvaguardare i residenti e il territorio riguardando sola una parte limitata dell’abitato". Un problema riscontrato anche a Calambrone "in alcune zone interessate dal recupero di ex colonie da nuove urbanizzazioni abitate anche da residenti". Inoltre, si sottolinea come "negli ultimi anni, limitatamente alla parte centrale della stagione turistica, il problema si è verificato anche nei giorni feriali". L'ultima considerazione della Giunta riguarda infine il fatto che "non è possibile, per la natura specifica del territorio, caratterizzato da un grande valore sia economico che ambientale, assecondare passivamente un trend di crescita della presenza di autoveicoli privati determinato da un modello privatistico di trasporto".

LE REAZIONI. Critiche al provvedimento arrivano dal consigliere comunale di Nap, Maurizio Nerini che parla di "maldestro tentativo di fare cassa che mette i residenti contro villeggianti senza dare alcuna soluzione ai problemi di traffico". In particolare, per quanto riguarda Marina, secondo il consigliere comunale i problemi di traffico "non sono dovuti a chi cerca parcheggio, come voglio farci credere, ma dalla limitazione offerte dalle sole tre strade di accesso". Per risolvere il problema Nerini propone quindi 5 possibili soluzioni: "aprire le strade bianche, per favorire il deflusso delle auto"; "favorire l'uso del bus facendo pagare la tariffa urbana per il litorale"; "costruire i tre parcheggi scambiatori promessi romai da decenni"; "creare una viabilità alternetiva a via Maiorca sui terreni ex Gea" e "sfruttare le altre vie di comunicazione come l’acqua, il fiume per un 'turismo slow'".

Dura anche la presa di posizione di Confesercenti Toscana Nord, con il suo responsabile litorale, Alessandro Cordoni. "“Come al solito nessuna concertazione con i commercianti e gli operatori economici - afferma Cordoni - che devono apprendere queste decisioni dai giornali. Un provvedimento del genere non può essere introdotto con una delibera di Giunta nel silenzio generale". Cordoni chiede quindi all'amministrazione un incontro urgente. "Il Comune è ancora in tempo per proporre correttivi. Soprattutto per ridurre la sosta a pagamento tutti i giorni proprio nel periodo di massima affluenza, con il rischio di allontanare gli arrivi. Attendiamo una convocazione immediata da Palazzo Gambacorti, visto che i tempi consentono ancora di operare alcuni correttivi che riteniamo ragionevoli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litorale, crescono gli stalli blu: la sosta sarà a pagamento tutti i giorni

PisaToday è in caricamento