Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Sostenibilità e innovazione: partita la riqualificazione della zona della stazione

La piazza e viale Gramsci cambieranno volto: entro maggio 2023 più spazio a pedoni e mobilità ecologica

Più verde, più spazio ai pedoni, più fruibilità da parte dei mezzi ecosostenibili. Meno impatto dei mezzi a motore e un traffico di pullman e taxi regolato meglio. E' il futuro che attende la zona della stazione compresa tra la piazza prospiciente lo scalo ferroviario e viale Gramsci, per un'arteria che si trasformerà in una delle aree pedonali più estese della città, in stretta connessione con piazza Vittorio Emanuele e da lì verso l'asse che taglia il centro storico. Con una visione d'insieme che comprende anche la realizzazione della tramvia. Il respiro delle opere di riqualificazione e ammodernamento della viabilità e delle infrastrutture legate al traffico si allarga: martedì 30 agosto si è aperto il primo lotto dei lavori in piazza della stazione, con il cantiere che si esaurità entro maggio 2023.

"La stazione e viale Gramsci sono un luogo strategico per la città - afferma il sindaco Michele Conti - sono il biglietto da visita per i tantissimi turisti che in questi ultimi mesi sono tornati in massa a visitare le nostre bellezze, così come per tutti i lavoratori e studenti pendolari che quotidianamente frequentano il territorio. La riqualificazione di questa zona così delicata passa attraverso la sicurezza, il presidio delle forze dell'ordine, la presenza di attività commerciali qualificate e nuove infrastrutture più moderne e funzionali". Il panorama tradizionale della piazza e del viale cambierà diametralmente: l'area di fronte allo scalo diventerà interamente pedonale, con la viabilità dei mezzi a motore che sarà concentrata al centro di viale Gramsci (al posto dell'attuale aiuola spartitraffico), mentre ai lati troveranno posto due grandi marciapiedi che collegheranno con un unico spazio pedonale la stazione con piazza Vittorio Emanuele. L'opera, che fa parte del progetto 'Binario 14', è finanziata con i fondi del Bando periferie della Presidenza del Consiglio dei ministri per l'importo di circa 2 milioni di euro, a cui si aggiungono 176.640 euro che provengono dagli oneri di urbanizzazione.

"Legato a questo progetto c'è anche la partita della tramvia - aggiungono gli assessori Raffaele Latrofa e Massimo Dringoli - la sede centrale di viale Gramsci, al termine dei lavori, sarà pronta per ospitare la sede del tracciato del nuovo mezzo di trasporto pubblico. Uno dei capolinea sarà proprio la stazione: una novità che consentirà di decongestionare l'area dal transito degli autobus. Crediamo fortemente anche in questo progetto, per il quale cercheremo di intercettare i fondi necessari dal bando che verrà riaperto a ottobre prossimo". In attesa di questa ulteriore novità, la sistemazione delle aree di sosta in piazza della stazione andrà verso questa sistemazione: 15 posti auto per sosta breve, 2 posti auto accessibili ai portatori di handicap, 3 posti 'Kiss & Ride (fermata e discesa), 2 posti Kiss & Ride per portatori di handicap, 82 posti bici, postazioni per il bike sharing, per i monopattini e, sulla carta, anche per un possibile servizio di car sharing.

Le modifiche al traffico

Per consentire lo svolgersi dei lavori sono stati predisposti fino al prossimo 28 ottobre i seguenti provvedimenti temporanei di viabilità e sosta:
- viale Gramsci lato ovest, abrogazione della pista ciclabile e conseguente istituzione di area di sosta riservata ai taxi;
- piazza stazione su tutta l'area ovest, istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta e chiusura al transito veicolare, eccetto veicoli adibiti al cantiere;
- via Mascagni lato ovest, istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta per consentire il doppio senso di marcia e istituzione del 'dare precedenza' per i veicoli in transito su via Mascagni per immissione su via Battisti;
- via mascagni lato est, dal civico 15 all'intersezione con piazza della stazione divieto di sosta con rimozione coatta per consentire la formazione di due aree per carico/scarico a disposizione dei clienti delle attività alberghiere presenti nella strada e di un'area per consentire l'inversione di marcia;
- obbligo di svolta a sinistra per i veicoli in transito su Catalani giunti all'intersezione con via Mascagni, ad eccezione dei veicoli diretti all'area di sosta 'DLF', clienti dell'hotel 'Maria' e residenti di via Mascagni.

Riqualificazione piazza stazione e viale Gramsci Pisa 30 agosto 2022

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostenibilità e innovazione: partita la riqualificazione della zona della stazione
PisaToday è in caricamento