rotate-mobile
Cronaca Pratale / Via di Pratale

I piani di rinnovo arboreo a Pisa: si riparte con le sostituzioni e la riqualificazione di via di Pratale

Per il 2022 sono attese 203 rimozioni di alberi e 2.229 nuove piantumazioni

Vertice a Palazzo Gambacorti tra Amministrazione Comunale e associazioni ambientaliste della città, per discutere sugli interventi di rinnovo arboreo in partenza nelle prossime settimane a Pisa. Si è tenuto ieri pomeriggio, mercoledì 16 febbraio, in Sala Baleari. Hanno partecipato partecipato: il sindaco Michele Conti, l’assessore al verde urbano Raffaele Latrofa, il responsabile dell’ufficio verde Fabio Daole e i rappresentati delle associazioni Lipu Pisa, WWF Alta Toscana, Legambiente Pisa, Italia Nostra Pisa, oltre a dirigenti e tecnici di Euroambiente e Pisamo.

"L’incontro con le associazioni ambientaliste della città - ha dichiarato il sindaco Michele Conti - è per noi un momento vero di confronto per condividere il programma di rinnovo arboreo in ogni quartiere, discutere su modalità di intervento e scelta delle essenze arboree. Punto principale dell’incontro è stato l’intervento in via di Pratale, dove siamo costretti a rimuovere 53 pini, che saranno sostituiti da 92 nuove piante di varie essenze. Purtoppo in questa strada la situazione è molto critica: i pini sono stati piantati negli anni ’30 e i fabbricati sono stati costruiti a ridosso degli alberi, a partire dagli anni ‘50. Attualmente manca lo spazio fisico, i marciapiedi sono impraticabili, i tombini da ripristinare, gli asfalti dissestati. La situazione è pericolosa per i pedoni, soprattutto anziani e disabili. Si registrano inoltre numerosi incidenti stradali, a causa delle radici che hanno creato dossi, e gli abitanti del quartiere segnalano da anni l’esigenza di intervenire".

"Ci dispiace ricorrere alle rimozioni - aggiunge il primo cittadino - ma in questo caso non abbiamo alternativa. Nel mese di marzo partiranno i lavori di abbattimento delle piante e successivamente il cantiere per il rifacimento di marciapiedi e asfalto che riqualificherà tutta la strada. Per quanto riguarda le 92 nuove piantumazioni in sostituzione, che saranno eseguite ad ottobre nel periodo idoneo, siamo aperti a valutare insieme essenze e spazi da utilizzare nel quartiere. Siamo soddisfatti che, a fine incontro, le associazioni abbiano apprezzato la nostra volontà di mantenere un confronto chiaro e aperto, che parte dalla condivisione di un comune obiettivo: quello di preservare e ampliare il patrimonio arboreo cittadino".

Sul rinnovo arboreo e sul verde pubblico l'amministrazione programma di investire "2 milioni di euro ogni anno - ha detto il Sindaco - per la manutenzione del verde pubblico, a cui si aggiungono i progetti che ci hanno permesso di intercettare finanziamenti regionali, ministeriali e del Pnrr. Penso al Parco Europa di Cisanello, un finziamento di 370mila euro su un totale di 792mila euro per 500 nuove alberature; al progetto per gli alberi nelle scuole con 512 nuove piante nei giardini scolastici per un finanziamento di 471mila euro; ai progetti dei nuovi parchi all’interno del Pinqua, finanziato con fondi Pnrr, con 1.800 nuove alberature a Cisanello. Un impegno costante e concreto, fatto di investimenti in manutenzione e in progetti di lunga visione, per lasciare alle future gererazioni una città con un verde pubblico ampliato, rinnovato e riqualificato".

L'assessore al verde urbano Raffaele Latrofa ha rivendicato "i numeri dimostrano il nostro operato: se nel 2021 le alberature in città sono aumentate di 215 unità, tra interventi in sostituzione di abbattimenti e Bosco dei nuovi nati, l’anno 2022 segna un bilancio ampiamente positivo, che porterà il patrimonio arboreo cittadino ad aumentare di ben 1.800 alberature al netto del rinnovo arboreo: ovvero a fronte di 203 rimozioni di piante vecchie, faremo 2.229 piantumazioni di nuovi alberi. A queste nuove alberature vanno inoltre sommate le 1.660 piantine forestali messe a dimora lungo via Aurelia Sud. Sono cifre importanti che ci rendono davvero soddisfatti. I progetti già finanziati, come quello dei giardini delle scuole o come quello dell’area verde in via di Pungilupo che da solo ha ricevuto un finanziamento di 5 milioni di euro, ci permettono di guardare al futuro con altrettanta fiducia".

I prossimi interventi

L’architetto Fabio Daole ha illustrato i dettagli dei prossimi interventi di rinnovo arboreo: oltre a via di Pratale, sarà realizzato l’intervento a Porta a Lucca, dove si prevedere di togliere 18 pini (15 in via F.lli Rosselli e 3 in via Baracca) e intervenire con potature delle chiome per 187 pini (100 in via F.lli Rosselli e 87 in via Baracca). In via Randaccio sono presenti 39 piante in cattive condizioni, che verranno per lo più rimosse. Gli alberi abbattuti saranno sostituiti nel quartiere con 72 essenze tra ligustri, meli da fiore ad alberello e ciliegio da fiore (Prunus) in via Randaccio, oltre a 5 aceri in via Filzi, per un totale di 77 nuovi alberi a Porta a Lucca. Entro fine marzo tutte le rimozioni dovranno essere completate, mentre le ripiantumazioni verranno eseguite nella stagione autunnale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I piani di rinnovo arboreo a Pisa: si riparte con le sostituzioni e la riqualificazione di via di Pratale

PisaToday è in caricamento