rotate-mobile
Cronaca

Pisa-Cagliari, tifoserie vicine allo scontro e lancio di sassi e bottiglie: tre poliziotti feriti

Intorno alle 16.15 la Polizia ha dovuto effettuare cariche di alleggerimento per evitare il contatto

Cordoni di Polizia e cariche di alleggerimento per evitare che le due tifoserie si scontrassero. Alla fine a pagare in termini di salute sono stati tre agenti del Reparto Mobile, feriti dal lancio di sassi e bottiglie. E' successo ieri, 10 aprile, prima della partita Pisa-Cagliari prevista per le 18 all'Arena Garibaldi.

I fatti, secondo quanto riferito dalla Questura, sono avvenuti intorno alle 16.15. E' stato allora che un gruppo di ultras sardi, circa un'ottantina, si sono organizzati per ritrovarasi al parcheggio di via Paparelli, per poi marciare in corteo fino il settore ospiti dello stadio. Sul posto sono state fatte giungere diverse squadre del Reparto Mobile della Polizia di Stato, che hanno cinturato e sbarrato la strada ai cagliaritani e fatto arrivare sul posto un pullman del trasporto urbano, per la scorta allo stadio in sicurezza.

Circa 250 tifosi pisani, provenendo dalle strade del quartiere di Porta a Lucca, hanno tentato di venire a contatto con i tifosi ospiti, ma la Polizia li ha allontanati con cariche di alleggerimento. E' partito un lancio di sassi e bottiglie, che ha provocato 3 feriti tra il personale del Reparto Mobile della Polizia giunto di rinforzo. Inoltre un fumogenio ha provocato la parziale combustione della mascherina in plastica anteriore di un mezzo della Polizia. Il dispositivo di sicurezza intervenuto, composto da Polizia di Stato, Arma Carabinieri, Guardia di Finanza e per la viabilità la Polizia Municipale, ha evitato ulteriori conseguenze. Passato il momento di tensione, durante e dopo la partita non si sono registrare altre criticità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa-Cagliari, tifoserie vicine allo scontro e lancio di sassi e bottiglie: tre poliziotti feriti

PisaToday è in caricamento