Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Pranzo di Natale e crisi, Confristoranti: "Riscoperta del territorio, ma presenze in diminuzione"

Non incoraggianti i dati diffusi da Confcommercio Pisa sulle attese dei ristoranti pisani. Calano molto le prenotazioni e si calcona un 11% in meno per quanto riguarda la spesa per il pranzo di Natale, a cui si preferisce quella del Cenone di Capodanno

Le difficoltà economiche inevitabilmente fanno fare delle scelte e nel dubbio meglio risparmiare. Sarà un pranzo di Natale più tipico e più casalingo quello 2014 secondo Confristoranti, in base a quanto emerge dai dati locali e dall'indagine della Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe). Una situazione che interessa operatori e famiglie: "La crisi colpisce duramente le aziende, costrette a risparmiare su tutto – afferma Daniela Petraglia, presidente di Confristoranti ConfcommercioPisa, titolare de La Pergoletta – cene aziendali comprese. Quest'anno la nostra categoria vive con maggior apprensione l'arrivo del Natale. In vista del 25 dicembre, anche se la maggioranza dei ristoranti pisani resterà aperta, ad oggi non si intravede un grande fermento. I clienti sono concentrati soprattutto per il Cenone di Capodanno".

I numeri dello studio della Fipe parlano di un -8% per quanto riguarda la presenza nei locali per il pranzo, con una riduzione di spesa pari all'11%. I ristoratori pisani confermano la tendenza, dato che il 38% di loro dichiara di aver ricevuto minori prenotazioni rispetto il passato, a fronte di un 53% che spera di bissare i risultati dell'anno scorso. Consolidata la formula del "tutto compreso" per quanto riguarda i menu, alla riscoperta delle tradizioni locali: "C'è grande voglia di respirare un'aria di familiarità, e il desiderio di assaporare i prodotti più genuini del nostro territorio come pane, olio, carni, salumi, vino e formaggi. Da questo punto di vista, la ristorazione pisana è pronta ad offrire il meglio dei prodotti enogastronomici locali a prezzi molto accessibili, al netto di una qualità sempre maggiore. Il pranzo di Natale costerà in media 50 euro, ma non mancherà l'offerta di menù a prezzi anche inferiori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pranzo di Natale e crisi, Confristoranti: "Riscoperta del territorio, ma presenze in diminuzione"

PisaToday è in caricamento