rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca

Progetti d'impresa innovativi: premiati i team del corso avanzato CyB+ del Contamination Lab

Tanti riconoscimenti per le idee di business che potranno impattare economia e società nel prossimo futuro, partendo da Pisa

E' stato assegnato ai team 'Hear Again' e 'Fill the Gap' il primo posto ex aequo del CyB+, il corso avanzato del Contamination Lab che mira a rafforzare il processo di costruzione, formazione e creazione di progetti d’impresa innovativi.

'Hear Again', composto da Anna Chiara Aiello (Unipi e leader del team), Giacomo Carfì e Sebastian Serra (Unipi) e da Dario Balboni (Scuola Normale Superiore), ha sviluppato un’applicazione mobile che, tramite il meccanismo di trascrizione vocale, consente alle persone ipoudenti di partecipare a conversazioni di piccoli gruppi. 

'Fill the Gap', formato da Giuseppa Lonoce (Unipi e leader del team), Eliana Maraglino e Alessandro Tripodi (Unipi), ha realizzato una piattaforma mediante la quale è possibile mettere in contatto persone con disponibilità di tempo e anziani soli che si trovano in strutture specializzate e in abitazioni private. Ai due team sono andati un pacchetto di servizi Pay4growth Validation, fornito dal Contamination Lab in collaborazione con Grownnectia Srl, e un buono per la partecipazione con stand espositivo al Maker Faire di Roma.

Al secondo e terzo posto si sono piazzati rispettivamente 'Pleenio' e 'Feel-Ing'. Pleenio è un prodotto di AgreenCrop srl, una start-up di progettazione di macchine agricole che mira a introdurre una nuova tipologia di macchine e un modello di business innovativo per il settore agricolo. 'Feel-Ing' si propone di fornire un supporto per il monitoraggio dello stato psicofisiologico attraverso uso di dispositivi comodi e indossabili rendendosi utile a mitigare potenziali danni fisici e psicologici sul luogo di lavoro. Entrambi riceveranno un pacchetto di servizi Pay4growth Validation in collaborazione con Grownnectia Srl.

Al team 'AgreenCrop' è andato il premio della Cna Pisa 'CreaImpresa', che consiste in un pacchetto di servizi rivolto alle imprese in fase di start-up. A 'Fill the Gap' è stato assegnato il premio 'Start For Future' di 250 euro per l’idea innovativa relativa ai temi di manufacturing, mobility, circular economy, food, health ed energy. 'Hear Again' ha ricevuto il premio di mille euro, messo in palio dal Comitato Unico di Garanzia, per l’idea che ricerchi forme innovative di progettazione, produzione, distribuzione e fruizione della cultura di genere. Un riconoscimento è stato infine assegnato al team PET Busters dalla Commissione per lo Sviluppo Sostenibile di Ateneo (CoSA) che ha selezionato l’idea migliore orientata allo sviluppo dell’innovazione sociale.

"Nell’edizione di quest’anno - ha commentato il professor Alessio Cavicchi, delegato per la Promozione della cultura imprenditoriale e dell’innovazione e coordinatore del CLab - abbiamo dato continuità alle iniziative sviluppate dalla precedente governance, introducendo qualche novità, dal dialogo diretto con le imprese e in particolare con la Cna alla considerazione dell’innovazione in senso più inclusivo e rispondente alle esigenze del territorio. Inoltre, gli studenti hanno potuto partecipare alle attività di progetti europei come Start For Future e Circle U., ampliando l’orizzonte della loro formazione e la portata delle loro idee innovative, anche in termini di potenziali nuovi mercati".

premiazione_FillTheGap

La premiazione, la cui selezione è stata effettuata da una giuria presieduta dalla professoressa Chiara Galletti, delegata per le Relazioni industriali, si è tenuta giovedì 25 maggio al Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e agro-ambientali, nell’ambito di una giornata dal titolo 'La co-creazione di innovazione tra università e territorio'. I saluti introduttivi sono stati affidati al rettore Riccardo Zucchi e al professor Alessio Cavicchi.

Subito dopo gli studenti dell’Istituto tecnico commerciale e per geometri 'Enrico Fermi' di Pontedera, vincitori del progetto di imprenditorialità 'Fermi in Azione', hanno illustrato il loro progetto 'LockerGo', una start-up che vuole risolvere il problema di coloro che acquistano on line, ma che non sono in casa al momento della consegna. "Siamo stati lieti di ospitare i docenti e un team di studenti dell’Istituto Fermi di Pontedera - ha detto il professor Cavicchi - perché la collaborazione con questa istituzione va avanti da diversi anni e l’iniziativa 'Fermi in Azione' rappresenta un percorso, organizzato in maniera professionale e rigorosa, che avvia gli studenti ad affrontare con entusiasmo il tema dell’imprenditorialità nell’Ateneo pisano".

Dopo la presentazione dei team finalisti, si è svolta una tavola rotonda dal titolo "Sostenibilità, inclusione, formazione permanente e orientamento come driver per la co-creazione di innovazione", che ha visto la partecipazione di diversi tra prorettori e delegati dell’Ateneo con alcuni ospiti esterni, e la premiazione finale che è stata introdotta dal prorettore vicario, Giuseppe Iannaccone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetti d'impresa innovativi: premiati i team del corso avanzato CyB+ del Contamination Lab

PisaToday è in caricamento