Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Immersione nella musica e spettacoli per tutti: Calci presenta il 21° Certosa Festival

Da luglio a settembre eventi musicali e spettacoli per tutte le fasce di età ospitati nel Teatrino degli olivi della parrocchia di Calci

Una serata del Certosa Festival pre-pandemia

'In cammino', con la determinazione a riappropriarsi della propria vita e di tutte quelle abitudini messe in un angolo nei mesi più duri dell'emergenza sanitaria. Con questo titolo prende le mosse il cartellone di eventi della 21° edizione del Certosa Festival, patrocinato come di consueto dal Comune di Calci e organizzato dal direttore artistico Salvatore Ciulla. Come nel 2020, anche quest'anno quasi tutti gli spettacoli saranno accolti dal Teatrino degli olivi della parrocchia calcesana, messo a disposizione da don Antonio Cecconi.

Sarà un'immersione completa nella musica, con sortite anche su altri temi artistici e culturali come la prosa e il dibattito su argomenti di attualità. Senza dimenticare, ovviamente, il divertimento e l'intrattenimento per i più piccoli. "Nonostante le enormi difficoltà che il Covid ancora crea - sottolinea il sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti - il Certosa Festival taglia il traguardo della ventunesima edizione diventando, a tutti gli effetti, un appuntamento fisso dell'estate della provincia pisana. Gli organizzatori hanno creato un contenitore di eventi divenuto tradizionale, ma capace di rinnovarsi ogni anno". Un elogio sottolineato anche dall'assessore alla Cultura Anna Lupetti: "Il lavoro del direttore artistico è stato encomiabile anche quest'anno. E' riuscito ad abbinare moltissimi eventi di intrattenimento con alcuni convegni in grado di offrire spunti di riflessioni molto attuali. Come, ad esempio, il dibattito dell'8 luglio sui 75 anni dell'Assemblea Costituente".

Tocca a Salvatore Ciulla scendere nel particolare del festival: "Il Certosa Festival ormai ha assunto connotati nazionali. Basti pensare che tornerà a Calci uno dei maestri mondiali della chitarra classica: Flavio Cucchi si esibirà il 16 luglio. Nel corso delle settimane si alterneranno moltissimi artisti toscani, perché mai come adesso c'è bisogno di dare spazio, visibilità e occasioni per esibirsi a talenti del nostro territorio". Il direttore artistico del festival aggiunge: "All'interno del cartellone sono stati inseriti anche appuntamenti organizzati da altri soggetti, come ad esempio la serata di 'Dante alla Pieve', curata dall'associazione Arte Contagiosa; oppure l'omaggio alla cantante Rosa Balestrieri".

Il mese di settembre sarà declinato principalmente attraverso il genere musicale del jazz, "e la serata conclusiva del festival - afferma Ciulla - sarà una riflessione sul cammino dell'uomo. Attraverso gli scritti di autori del mondo ebraico, proporrò un viaggio alla ricerca del bene e della realizzazione di sé".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immersione nella musica e spettacoli per tutti: Calci presenta il 21° Certosa Festival

PisaToday è in caricamento