Cronaca

Ospedale, il Nursind denuncia: "Seri problemi nell’approvigionamento di dispositivi medici e biancheria"

Il sindacato degli infermieri segnala le difficolta del personale a reperire per i pazienti i materiali necessari alle loro cure di tutti i giorni, sia per quanto riguarda i farmaci che la pulizia della biancheria: "Il sistema fa acqua da tutte la parti"

Seri disagi per il personale sanitario, che inevitabilmente si riflettono nella qualità del servizio offerto dall'Aoup. Con una nota la segreteria provinciale del sindacato degli infermieri Nursind denuncia "seri problemi nell'approvigionamento di dispositivi medici e biancheria pulita" dovuti a "ritardi e scarsità di materiali consegnati dall'Estav e dalla ditta Sogesi". Il primo è l'evoluzione dei consorzi di area vasta del servizio sanitario della Toscana e fornisce alla zona nord-ovest (Usl di Massa-Carrara, Lucca, Pisa, Livorno Versilia e Aoup) supporto tecnico-amministrativo, insieme alle forniture di beni e gestione del magazzino. La seconda è l'impresa appaltatrice di servizi che tratta la pulizia della biancheria dell'ospedale. 

Nei reparti mancherebbero i pannoloni per gli incontineti, siringhe o garze, guanti e mascherine per la tutela da malattie infettive trasmissibili. "Per quanto riguarda il materiale distribuito dall'Estav – si legge nel documento – dopo le problematiche registrate nei mesi scorsi è stato approvato un calendario ad hoc per le consegne nelle varie Unità operative, ma spesso ciò che viene richiesto non viene consegnato. Gli ordinativi sono azzerati per mancanza di materiale al magazzino Estav, costringendo a fare nuovi ordini dopo che il primo è stato annullato". Una situazione che mette gli infermieri in grande difficoltà, i quali "si trovano spesso a non avere il necessario, sia in termini di farmaci che di presidi medico-chirurgici e materiale a consumo routinario".

A ciò si aggiungerebbe la carenza anche della biancheria. Il Nursind afferma che "la Sogesi ha recentemente riorganizzato le dotazioni di biancheria nelle varie Unità operative, ma la quantità della biancheria pulita in sostituzione della biancheria sporca è spesso molto inferiore e non sono rari i casi in cui i reparti restino senza biancheria pulita o senza le cerate che servono nei casi di pazienti non autosufficienti". Il problema riguarderebbe anche le divise del personale, con gli infermieri spesso costretti a lavorare con indumenti sporchi.

"Corre l'obbligo – conclude la segreteria provinciale del sindacato – di segnalare la problematica affinchè sia evidente che gli eventuali disservizi che i cittadini ricoverati dovessero subire non sono causati da inefficienza degli infermieri, ma piuttosto del sistema di approvvigionamento e di appalti che fa acqua da tutte le parti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale, il Nursind denuncia: "Seri problemi nell’approvigionamento di dispositivi medici e biancheria"

PisaToday è in caricamento