Calci: elaborati i protocolli di sicurezza per far ripartire le attività

Le linee guida sono state elaborate dal Comune con il supporto di Confesercenti Toscana Nord e sono state inviate al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Presidente della Giunta Regionale Enrico Rossi

L'assessore alle attività produttive Stefano Tordella e il sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti

Protocolli sicuri, tutela della salute dei lavoratori e dei clienti ma anche un percorso virtuoso da avviare (con una normativa omogenea di riferimento) al fine di favorire una più celere ripartenza delle attività duramente colpite dall’emergenza Covid-19. Sono le linee guida e i protocolli di sicurezza studiati col supporto di esperti da parte di Confesercenti Toscana Nord e che l’Amministrazione Comunale di Calci ha voluto inoltrare al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Presidente della Giunta Regionale Enrico Rossi affinché servissero da stimolo per avviare una ripartenza, ovviamente in sicurezza come si evince dai documenti stessi.

"Condividiamo le preoccupazioni per la situazione economica locale e nazionale - interviene l’assessore alle attività produttive Stefano Tordella - e ribadiamo la necessità di poter contare su un quadro normativo di riferimento chiaro per consentire la riapertura delle attività garantendo al contempo la sicurezza dei cittadini. Proprio per questo e con una lettera il Comune di Calci  ha chiesto al Governo nazionale e regionale di prendere in considerazione le puntuali proposte formulate da Confesercenti Toscana Nord e, al contempo, di proseguire nell'essenziale confronto costruttivo con tutte le categorie produttive".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’emergenza legata al Coronavirus ha già messo in ginocchio l’economia nazionale e rischia di far scivolare l'Italia, e quindi anche le comunità come la nostra, da una pandemia sanitaria ad una crisi sociale - conclude il Sindaco Massimiliano Ghimenti. Il Governo deve tenere sempre più in considerazione le richieste degli enti locali che, ancora una volta, si trovano in prima fila nel ricevere segnalazioni e che vogliono fortemente contribuire a risolvere i problemi e i dubbi che quotidianamente vengono sollevati dai cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Covid in classe: cinque nuovi casi nelle scuole di Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 90 casi in più: a Pisa 24 nuovi positivi

  • Coronavirus in Toscana: 156 casi in più, 32 a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento