Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Coltano

Coltano, bonifica nell'area del campo nomadi: rimossi 360 quintali di rifiuti

Abbattuti una baracca, un container, un camper e due roulotte abbandonate. Non toccata, invece, quella del sacerdote che vive all'interno dell'insediamento. I lavori di pulizia proseguiranno almeno fino a martedì sera

Intervento di pulizia e bonifica nell'ex campo rom di Coltano dove da ieri mattina due ruspe, quattro camion scarrabili, un furgone e nove operai di Pisamo e Avr sono al lavoro. Dall'area proprio ieri mattina è stata allontana la penultima delle quattro famiglie che vi abitavano abusivamente (altre due, infatti, se ne erano già andate da tempo mentre l’ultima, non può essere allontanata in quanto in attesa di processo da parte dell’autorità giudiziaria), come previsto al momento della realizzazione delle casette minime, intervento che aveva come presupposto la chiusura e la bonifica della vecchia area di sosta.

Un’operazione cominciata nella giornata di ieri e che, oltre ai mezzi impegnati nella bonifica, ha visto impegnati congiuntamente anche Vigili Urbani, Carabinieri, Polizia e Guardia Forestale oltre agli operatori della Società della Salute e della Croce Rossa. L'intervento sta proseguendo anche oggi: fino ad ora sono stati portati via circa 360 quintali di rifiuti, quelli più voluminosi come le lamiere e gli altri materiali della baracca, del container del camper e delle due roulotte abbandonate che sono stati abbattuti. Rimasta al sul posto, invece, fanno sapere dall'amministrazione comunale, quella di padre Agostino Rota Martir, il sacerdote che da anni vive nell’insediamento.

Il Corpo Forestale dello Stato ha trovato una vera e propria discarica a cielo aperto nel campo: si tratta di materiali di risulta da lavori di ristrutturazione edilizia, pannelli di cartongesso, mobilia, copertoni, carcasse d'auto incenerite, contenitori vuoti di vernici e solventi, guaine di rame e numerose lastre di cemento amianto frantumate, oltre a cumuli di rifiuti tossici in molti casi dati alle fiamme. Molti rifiuti potrebbero anche essere stati interrati.

Uomini e mezzi sono ancora in azione per completare la pulizia: l’obiettivo, infatti, è quello di finire il lavoro nella giornata di oggi o, al più tardi, nella mattina di domani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltano, bonifica nell'area del campo nomadi: rimossi 360 quintali di rifiuti

PisaToday è in caricamento