Tirrenia: la tavola da surf a remi progettata dal bagnino inventore verso il brevetto

L'idea di Andrea Antonelli, bagnino e gestore del Bagno Hoasy, è diventata un prototipo grazie alla collaborazione con la Mpt Plastica di Calcinaia: "L'obiettivo è quello di metterlo in commercio nella grande distribuzione"

"Grazie a voi sono riuscito a trovare un partner che crede nel progetto e lo ha sovvenzionato". A parlare è il bagnino-inventore Andrea Antonelli, 43 anni, gestore insieme alla famiglia del Bagno Hoasy a Tirrenia. Alcuni mesi fa ci aveva contattato e ci aveva parlato di un'idea su cui stava lavorando da circa un anno: la realizzazione una sorta di tavola da surf a remi che Antonelli aveva ribattezzato Surp ("un incrocio tra il surf e il patino"). "Purtroppo - aveva spiegato all'epoca Antonelli - non ho le conoscenze nè gli strumenti per metterla in atto, ma sono sicuro che funzionerebbe. Cerco quindi aziende o collaboratori per poterla realizzare".

Da allora l'idea si è sviluppata, fino a diventare un vero e proprio prototipo che il bagnino-inventore ha già testato. "Devo ancora fare alcuni accorgimenti - afferma oggi Antonelli - ma sicuramente posso dire che funziona. Sono arrivati elogi perfino dalla federazione italiana di canottaggio, dal presidente nazionale degli stabilimenti balneari, Capacchione, e dalla federazione italiana salvamento".

A collaborare al progetto insieme al bagnino-inventore è stata l'azienda Mpt Plastica di Calcinaia, che dagli anni '70 realizza articoli in plastica di ogni dimensione e per qualsiasi settore merceologico. "Antonelli - afferma uno dei titolari dell'azienda, Fabio Taviani - ci ha contattati e il progetto ci è subito piaciuto. Così abbiamo provveduto ad acquistare il materiale necessario per realizzare il prototipo che è poi stato sviluppato interamente dallo stesso Antonelli. Per il momento abbiamo presentato la domanda di brevetto: l'obiettivo è quello di produrlo in serie e di metterlo in commercio nei negozi sportivi della grande distribuzione".

Alcuni anni fa Antonelli brevettò un'altra invenzione, la 'trivella' pianta ombrelloni: una sorta di avvitatore che, senza consumare carburante e con pochissimo ingombro, permette di montare gli ombrelloni in spiaggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, "Toscana da domenica zona arancione"

  • Nuovo Dpcm, più libertà per gli spostamenti tra comuni: le proposte dalla Toscana

  • Dpcm Natale 2020, il decreto legge che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

  • Toscana zona arancione: Giani firma una nuova ordinanza

  • Nuovo Dpcm, Conte: "Costretti a ulteriori restrizioni per evitare terza ondata"

Torna su
PisaToday è in caricamento