menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raccolta differenziata: attive 6 nuove isole automatizzate

L'assessore Bedini: "L’obiettivo è quello di superare gradualmente il porta a porta e andare verso l’introduzione della tariffazione puntuale"

Completati i lavori per la realizzazione dei nuovi cassonetti interrati in piazza Guerrazzi (lato Leopolda), via Cattaneo, via Battisti e via Conte Fazio. Si tratta di 4 nuove isole interrate, dopo quella già realizzata in via San Martino, a cui si aggiungono 2 nuove postazioni fuori terra, in via Corridoni e via Marco Polo. Le nuove postazioni vanno a sostituire il servizio di raccolta porta a porta che aveva presentato problemi di decoro, dovuti alla mancanza di spazi condominiali adeguati.

L’intervento di realizzazione dei nuovi cassonetti automatizzati è cofinanziato al 50% dalla Regione Toscana e 50% dal Comune di Pisa per un investimento complessivo di 450mila euro. Si estende così da oggi l’area servita dai cassonetti automatizzati anche nella zona di Porta a Mare, compresa tra via Conte Fazio fino alla ferrovia, via Quarantola, via Battisti e lungarno Bonaccorso da Padule e nell’area di Porta Fiorentina, compresa tra piazza Guerrazzi, via Cattaneo, via Tronci, via Corridoni e via Francesco da Buti. Attualmente le postazioni automatizzate a Pisa sono diventate 48 in città e 64 sul litorale.

"Quello che vediamo oggi - spiega l’assessore all’ambiente Filippo Bedini - è l’esempio del nostro progetto di superamento del porta a porta. Un progetto ambizioso, lungo e molto costoso. Dovremo essere bravi a reperire fondi, intercettare finanziamenti, pensare nuove soluzioni, ma il futuro sono i cassonetti interrati con apertura a tessera. Questo progetto si coniuga alla perfezione con quello della tariffazione puntuale. L'obiettivo di condurre Pisa a un sistema di raccolta dei rifiuti più equo, in cui ciascuno paga per la quantità di indifferenziata che produce e conferisce solo chi paga la Tari, e più decoroso, in quanto i cassonetti interrati sono meno impattanti e più igienici. Le isole che da oggi diventano attive dimostrano questa logica: specialmente la zona di via Cattaneo era particolarmente in sofferenza con il porta a porta e pensiamo che il nuovo sistema possa contribuire in modo importante a restituire il decoro che questa zona della nostra città merita".

"Ci vorranno tempo, pazienza e molti soldi - prosegue Bedini - ma la nostra volontà è chiara: andare nella direzione di estendere la presenza delle interrate in tutta la città, procedendo a cerchi concentrici verso le periferie e i quartieri popolari. I criteri per stabilire le priorità dei futuri interventi sono allo studio dell’ufficio Ambiente, ma i tempi sono inevitabilmente lunghi. Occorre inoltre che in città si riduca ulteriormente l’incidenza del 'virus' degli abbandoni dei rifiuti, che imperversa ancora in una misura incredibile, nonostante abbiamo inaugurato già dallo scorso anno una politica di controlli che ha portato a decine e decine di sanzionamenti ogni mese”.

La distribuzione delle tessere ai nuovi utenti è stata già completata. Per nuove utenze o smarrimenti tessera contattare il Numero Verde Geofor 800 95 90 95 (gratuito da rete fissa) o 0587 161880 (a pagamento da cellulare) o scrivere all’indirizzo e-mail callcenter@geofor.it. L'ecosportello è chiuso e la consegna delle tessere avviene direttamente a domicilio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento