Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Sicurezza: 1173 firme per chiedere più controllo contro la microcriminalità ed il degrado

I cittadini di Putignano chiedono di utilizzare l'esercito presente in città per contrastare la microcriminalità nei quartieri, specialmente nelle periferie degradate. Chiesto quindi l'ampliamento dell'operazione 'Strade Sicure' con pattugliamenti H24

Sono 1173 i cittadini firmatari dell'esposto rivolto alle istituzioni cittadine per chiedere l'estensione dell'operazione 'Strade Sicure' dal centro a tutta la città. La raccolta firme promossa dal 'Movimento di Azione Civica' di Putignano è un appello rivolto a Prefetto, Sindaco e Forze dell'Ordine per impiegare i militari giunti a Pisa nelle operazioni di controllo del territorio: "Nonostante l'esposto presentato a fine ottobre – si legge nel documento – volto a sensibilizzare le pubbliche autorità circa la questione degrado e microcriminalità dilagante nel quartiere di Putignano, poco è stato fatto per alleviare questa situazione di estremo disagio".

Questa volta i promotori si sono rivolti anche al resto della città, raccogliendo in un mese le adesioni anche dei negozi in Corso Italia e Borgo Stretto, insieme ad altri quartieri. Un'operazione porta a porta, che ha raccolto una volta di più le testimonianze delle zone di Putignano, Riglione e Sant'Ermete: "Parlando con le persone – ci raccontano dal coordinamento – se ne sentono di tutti i colori. Spesso le vittime sono anziani. Alla Chiesa del Carmine ad esempio per la messa del sabato pomeriggio ci si è organizzati con un accompagnatore che controlla che non ci siano furti. C'è senso di insicurezza nelle periferie ma anche in centro, dove ci raccontano che i vigili ci sono ma è una presenza di sola deterrenza, nel senso che poi non c'è presenza effettiva per contrastare, come il recente caso della barista aggredita alla stazione".  

Così i cittadini si sono mobilitati raccogliendo adesioni alla proposta di estendere l'arco di azione dei controlli antiterrorismo con i militari a tutto il territorio comunale, al fine di contrastare la microcriminalità. Due i punti specifici richiesti: "Pattugliamento sistematico giornaliero diurno e notturno H24 dell'intero territorio comunale di Pisa centro e periferia da parte dell'esercito" e "presidi stabili dell'esercito H24 in punti sensibili della città, centro ma ancor di più periferie degradate".

Nel documento si ribadisce il problema di "un'insicurezza dilagante, divenuta un'emergenza a cui è necessario dare una risposta ferma ed immediata, che solamente l'intervento congiunto dei reparti dell'esercito con le esigue forze dell'ordine presenti in città può dare; infatti la presenza dei militari fungerebbe da deterrente e da ausilio utile per la repressione della microcriminalità a cui le sottostaffate forse dell'ordine, a causa dei tagli nel comparto sicurezza fatti dai vari governi negli anni, non riescono a far fronte. Pertanto l'intera comunità di Pisa chiede di agire fermamente in questa direzione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: 1173 firme per chiedere più controllo contro la microcriminalità ed il degrado

PisaToday è in caricamento