Si getta sotto il treno regionale Pisa- La Spezia: rallentamenti sulla linea tirrenica

Una donna, in vestaglia e ciabatte, si sarebbe uccisa gettandosi appunto sotto il convoglio poco dopo la stazione centrale di Viareggio. La circolazione è ripresa regolarmente intorno alle 9,30

L'investimento di una donna di 60-65 anni, che si è gettata sotto il treno regionale 11840 Pisa-La Spezia, a Viareggio, poco dopo la stazione centrale, ha provocato rallentamenti sulla linea tirrenica. Sul posto è intervenuto personale della Polizia Ferroviaria, del commissariato di Polizia, personale delle Ferrovie dello Stato e del 118 per la rimozione del corpo e i rilievi.

La circolazione ferroviaria è stata interrotta dalle 7.30 alle 8.15, sulla linea tirrenica tra Viareggio e Pietrasanta. Alle 8.15, informano le Ferrovie, la circolazione è ripresa a senso unico alternato sul binario in direzione Pisa e alle 9.20 è ripresa anche sul binario in direzione La Spezia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Covid era in discoteca: appello a mettersi in contatto con la Asl

  • Colta alle spalle e rapinata di notte in via Notari: due arresti, si cerca il terzo

  • Coronavirus in Toscana, 61 nuovi casi: 8 in più a Pisa

  • Incidente stradale lungo l'Aurelia: un morto e tre feriti

  • Minore scomparso a Calambrone: 15enne ritrovato

  • Meteo, quando finirà il grande caldo? Le previsioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento