Ponte di Lugnano chiuso: 50mila euro per velocizzare i lavori

Le risorse sono state stanziate dall'amministrazione di Cascina, che pensa anche a contributi alle aziende danneggiate dai tempi di attesa

Il Comune di Cascina ha stanziato 50mila euro come quota di compartecipazione alle spese di manutenzione straordinaria del ponte di Lugnano, al fine di velocizzarne la riapertura. E' l'annuncio che ha fatto il sindaco reggente con delega al bilancio Dario Rollo, ricordando come "il progetto della Provincia di Pisa prevedeva una riapertura parziale a partire dal giorno 2 settembre 2019, anticipata al 22 agosto prossimo come comunicato dal presidente della Provincia. In considerazione che la chiusura del ponte, oramai avvenuta da diverse settimane, sta arrecando disagi di varia natura e soprattutto provocando importanti danni economici alle attività commerciali della zona, è necessario assolutamente abbreviare ancor di più i tempi di chiusura totale".

In tale ottica l'amministrazione comunale di Cascina ha previsto "come richiesto anche dallo stesso ente provinciale - dice il sindaco - a differenza invece di quando fu avanzata richiesta dal comune cascinese alla Provincia e Regione uno stanziamento per velocizzare i lavori sul ponte della SP 31 dello scolmatore lo scorso anno, la destinazione di 50mila euro quale compartecipazione alle spese. La comunicazione ufficiale all’ente di piazza Vittorio Emanuele a Pisa è già avvenuta e si rimane in attesa di ricevere comunicazioni in merito alle modalità tecniche ed operative che l'ente provinciale deciderà di adottare per un intervento che velocizzi effettivamente le tempistiche per la riapertura".

"A seguito di un concreto e realistico cronoprogramma che dimostri l'effettiva accelerazione dei lavori - precisa Rollo - l'ente comunale provvederà ad impegnare la somma necessaria in base alle informazioni ricevute sulle metodologie di erogazione delle risorse stanziate. L'ennesima dimostrazione della serietà di questa amministrazione che rispetta impegni e destina realmente risorse per affrontare concretamente i problemi del territorio. Nella stessa delibera sugli equilibri di bilancio, abbiamo previsto anche contributi a fondo perduto da destinare ad alcune attività economiche che dalla chiusura del ponte hanno subìto, e stanno subendo, importanti perdite".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

Torna su
PisaToday è in caricamento