Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca San Piero a Grado

Rotatoria svincolo San Piero a Grado, Forte: "Il progetto è al Ministero delle infrastrutture”

L'assessore alla Mobilità urbana risponde al consigliere comunale di Noi Adesso Pis@ Maurizio Nerini che aveva chiesto notizie sulla realizzazione dell'importante opera in un'area spesso al centro di incidenti stradali

Il progetto è al Ministero delle Infrastrutture per l’approvazione. Questa, in sintesi, la risposta dell’assessore alla Mobilità urbana del Comune di Pisa, Giuseppe Forte, ad un'interrogazione presentata dal consigliere comunale Maurizio Nerini (Noi Adesso Pis@) che chiedeva notizie circa i tempi di realizzazione della rotatoria allo svincolo di San Piero a Grado e se gli interventi tampone (“migliorare e implementare la segnaletica stradale orizzontale e verticale, verificare la funzionalità dell’impianto di illuminazione della strada, installare rallentatori e display luminosi”) fossero o meno stati realizzati. "Si chiede nuovamente - aveva poi scritto il consigliere Nerini nell'interrogazione - se non sia il caso di predisporre una ordinanza 'contingibile ed urgente' per realizzare una rotonda provvisoria in loco con sistemi mobili in tempi brevissimi".

L’ interrogazione avrebbe dovuto essere discussa proprio nel Consiglio Comunale di oggi pomeriggio, ma l’assessore Forte ha preferito inviare, invece, la seguente risposta scritta.

“La rotatoria - così scrive Forte - è stata progettata dalla Salt (Società Autostrada Ligure Toscana) a cui è passata l’intera competenza della bretella che dalla S.P. di San Piero a Grado arriva all’ingresso dell’Autostrada per Genova. Il costo è di 350 mila euro, iva esclusa. Attualmente il progetto è all’attenzione del Mit (Ministero Infrastrutture) per l’approvazione. Solo dopo l’approvazione e l’inserimento nel piano degli investimenti, la Salt potrà procedere alla sua realizzazione. Dopo il passaggio delle competenze  - continua Forte - la Salt ha provveduto ad inserire diversi accorgimenti affinché l’automobilista presti maggiore attenzione all’incrocio: in particolare sono stati inseriti cartelli luminosi di allerta e rallentatori ottici. La segnaletica orizzontale è in buono stato di conservazione e l’erba sulle aiuole è stata tagliata. L’eventuale rotatoria provvisoria, se pur possibile, dovrebbe essere a carico dell’amministrazione provinciale o a carico della Salt. Il Comune di Pisa - chiosa Forte - non ha competenza sull’incrocio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rotatoria svincolo San Piero a Grado, Forte: "Il progetto è al Ministero delle infrastrutture”

PisaToday è in caricamento