Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Servizi demografici: scontro fra dipendenti ed amministrazione sull'orario di apertura

Visioni diverse e contrapposte quelle della Rsu del Comune di Pisa e l'amministrazione. Quest'ultima propone un ampliamento degli orari, in contrasto con quanto proposto dai lavoratori

E' ancora scontro fra il personale del Comune di Pisa dello stato civile, dei servizi demografici e delle sedi decentrate e l'amministrazione. Il 9 marzo, spiega la Rsu, fu redatto un documento dove si raccoglievano e segnalavano alla direzione le criticità del servizio, con suggerimenti su come organizzare meglio gli uffici. "A distanza di mesi - denuncia la Rsu - non solo non è stato mai avviato un confronto, ma neppure un tavolo tecnico sindacale. La parte politica non sa o fa finta di non conoscere le proposte avanzate dal sindacato e finalizzate a migliorare i servizi".

Il problema potrebbe ulteriormente aggravarsi con una nuova modifica dell'orario di lavoro, con un ampliamento che renderebbe insostenibile il lavoro dei dipendenti comunali. "Dai dipendenti delle sedi decentrate la Rsu viene a sapere che martedì 7 giugno, durante una riunione, cui non è stato invitato nessuno del personale materialmente esecutore dei servizi in discussione, è stata presentata una 'Proposta temporanea di variazione dell'orario di apertura al pubblico e di funzionamento dei servizi decentrati', questo è il titolo ma in realtà sono previsti cambiamenti nell'orario di apertura al pubblico dell'anagrafe sede centrale".

"La prima contraddizione - analizza la Rsu - è una differenza, con forte ampliamento, dell'orario di apertura al pubblico delle sedi decentrate e quindi una disparità di trattamento del personale". Gli esempi: orario di apertura coincidente con quello di servizio, senza tempi di back office; pausa pranzo di 30 minuti; permessi ex lege 104 ad ore. "Tutti i\le dipendenti avevano chiesto la chiusura al pubblico per uno o meglio due giorni della sede centrale, in modo da spingere i cittadini a rivolgersi alle sedi decentrate e da consentire ai dipendenti della sede centrale di far fronte al backoffice. Una proposta che va in direzione degli interessi dell'utenza, dotando le sedi decentrate di servizi migliori come richiesto dai cittadini. Perchè non siamo stati ascoltati?".

Ne deriverebbe che "i cittadini andranno sempre meno nelle sedi decentrate ed affolleranno sempre di più la sede centrale, più difficile da raggiungere, con tanti disagi derivanti dalla difficoltà di parcheggio. Ci preme - conclude la Rsu - con il presente documento chiedere all'amministrazione comunale e alla segreteria generale la convocazione di un incontro sindacale finalizzato al potenziamento dei servizi a gestione diretta a partire dalle proposte avanzate dal personale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi demografici: scontro fra dipendenti ed amministrazione sull'orario di apertura

PisaToday è in caricamento