Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Sciopero dei lavoratori che consegnano per Amazon, l'azienda: "Esaminiamo il caso"

Dopo il presidio a Montacchiello con la denuncia di Uiltrasporti Toscana, Amazon ha rilasciato una nota con cui si dichiara pronta a "prendere opportuni provvedimenti"

A seguito della mobilitazione dei lavoratori, con un presidio alla sede Amazon di Montacchiello, e con la denuncia delle criticità riscontrate da Uiltrasporti Toscana circa il ricorso alla cassa integrazione nonostante i flussi ingenti di lavoro, la multinazionale annuncia verifiche sul caso

In una nota infatti scrive che "le piccole e medie imprese in tutta Italia offrono opportunità di lavoro a migliaia di persone per la consegna dei pacchi ai clienti Amazon. Il nostro è un business stagionale e per questo lavoriamo a stretto contatto con i nostri fornitori di servizi di consegna per consentire loro di pianificare adeguatamente le loro esigenze operative. Amazon richiede a tutti i fornitori di servizi di consegna di rispettare il Codice di Condotta dei Fornitori Amazon, attento a garantire che gli autisti abbiano compensi e orari di lavoro adeguati e che vengano rispettati gli accordi definiti dal Contratto Nazionale Trasporti e Logistica. Stiamo inoltre esaminando la fondatezza di queste affermazioni e saremo pronti a prendere gli opportuni provvedimenti nel caso in cui i nostri partner non siano in linea con tali aspettative".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei lavoratori che consegnano per Amazon, l'azienda: "Esaminiamo il caso"

PisaToday è in caricamento