rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Piazza Martiri della Libertà

Scontri studenti-Polizia, il ministro Profumo: "Sono dispiaciuto, ma pronto al dialogo"

Durante gli scontri tra studenti e forze dell'ordine, due ragazzi sono rimasti feriti. Il ministro si è detto disponibile ad un confronto, ma senza violenze e senza urlare. "Serve un maggiore investimento su scuola e università" ha detto

E' intervento sulle dure contestazioni avvenute questa mattina fuori dalla Scuola Superiore Sant'Anna il ministro al'Istruzione Francesco Profumo, intervenuto, insieme a Giuliano Amato, ad un evento dell'istituto pisano. "Sono dispiaciuto per quanto accaduto fuori e spero che i danni riportati dai ragazzi siano lievi - ha detto il ministro - credo che, anche sulla base delle indicazioni dei saggi, ci debba essere un maggiore investimento su scuola e università. Il Paese ha bisogno di investire prioritariamente su elementi che portino a un miglioramento nel prossimo futuro. Dobbiamo investire di più e meglio".

Profumo si è detto anche pronto "a un confronto sui temi, ma senza violenze e senza urlare e cercando di trovare delle risposte". Infine, il ministro ha spiegato che "il senso del nostro intervento circa l'accessibilità alle borse di studio riguarda la necessità di mettere regole trasparenti e uguali per tutti: oggi non è così". "In Italia - ha concluso - ci sono in alcuni casi regole diverse da regione a regione e in qualche caso addirittura totale assenza di regole".


Negli scontri due ragazzi sono rimasti feriti e sono stati portati via in ambulanza.

GLI SCONTRI: IL VIDEO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri studenti-Polizia, il ministro Profumo: "Sono dispiaciuto, ma pronto al dialogo"

PisaToday è in caricamento