Cronaca Barbaricina / Via Francesco Cilea

Scuole Elementari "Novelli": crolla l'intonaco, mancano i fondi per il risanamento

Niente lezione per gli alunni dell'istituto di Via Cilea. "Il comune sarebbe dovuto intervenire nel periodo estivo" tuonano i genitori, e i Vigili del Fuoco dichiarano inagibile la struttura

Le scuole elementari "Novelli"

Niente lezioni per i bambini delle scuole elementari "Novelli" di Via Cilea che hanno disertato le aule stamattina al suono della prima campanella dell'anno. Intonaci che si staccano e aule dichiarate inagibili dai Vigili del Fuoco: è scattata così la protesta da parte dei genitori che accusano il comune di essere intervenuto tardi per porre rimedio ad una situazione che va avanti da mesi.

"Il Comune - ha raccontato una mamma fuori dalla scuola - ci aveva promesso interventi risolutivi nel periodo estivo, dopo che avevamo già richiesto l'intervento dei Vigili del Fuoco che avevano dichiarato inagibili alcune classi. E invece non è successo niente, per questo abbiamo bloccato la scuola".
Oggi i genitori hanno chiesto un ulteriore sopralluogo da parte dei pompieri che hanno verificato le criticità esistenti e dichiarato inagibili anche altri spazi comuni dell'edificio: la mensa e i bagni. "Ci hanno spiegato - ha aggiunto un altro genitore - che alle prime piogge i crolli di intonaco potrebbero ricominciare".

Nei giorni scorsi, ha spiegato il dirigente scolastico Massimo Ceccanti "era stato effettuato un sopralluogo con una ditta che aveva rimosso gli intonaci pericolanti e aveva garantito l'agibilità della scuola, in attesa di interventi più complessi per eliminare i rischi". La protesta dei genitori costringe però il Comune ad accelerare i lavori di risanamento, anche se l'assessore ai lavori pubblici Andrea Serfogli ha ammesso la mancanza dei fondi necessari. "Siamo ancora in attesa di un finanziamento di circa 200mila euro da parte del Cipe - aveva affermato dopo la protesta dei genitori l'esponente della giunta - adesso dovremo valutare se negli spazi che non sono stati dichiarati inagibili è possibile lavorare con una razionalizzazione delle aule o se invece è necessario trasferire gli alunni in un altro istituto".

Nel pomeriggio si è svolto così il sopralluogo da parte del comune che opererà con interventi mirati sulla staticità degli intonaci. Inoltre l'amministrazione comunale ha disposto l'immediato trasferimento in un altro plesso scolastico degli alunni per garantire la continuità didattica. "Verranno eseguiti controlli mirati con termografia e prove a strappo - spiega una nota del comune - e i risultati si dovrebbero avere entro la fine della settimana. Nel frattempo gli alunni delle 5 classi della "Novelli" saranno ospitati presso la scuola "Cambini" che fa parte dello stesso istituto comprensivo".


"Il costo di questa operazione - ha aggiunto l'assessore ai lavori pubblici Andrea Serfogli - si aggira intorno ai 10mila euro ma intendiamo dare sicurezza ai genitori e agli insegnanti che operano in quella scuola. Certo, la situazione dell'edilizia scolastica a nostro carico non è semplice: il comune ha infatti ben 72 edifici scolastici di sua competenza con fondi risicati e ulteriormente erosi dai tagli sempre più pesanti del Governo". (fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole Elementari "Novelli": crolla l'intonaco, mancano i fondi per il risanamento

PisaToday è in caricamento