menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli anti-abusivi sul litorale: sequestrati 300 articoli

La Polizia Municipale prosegue nei controlli a Marina, Tirrenia e Calambrone contro la vendita abusiva di merce

La Polizia Municipale di Pisa ha sequestrato nella sola giornata di ieri (11 agosto) circa 300 articoli venduti abusivamente sul litorale. Nel corso di tre distinti sequestri gli agenti in servizio sulle spiagge (coordinate dall’Ispettore Gina Vitagliano) hanno requisito costumi da bagno, giocattoli, occhiali da sole ed ombrelloni. Prosegue dunque l’impegno degli agenti della Municipale nelle operazioni di contrasto al commercio abusivo sulle spiagge del litorale pisano. Dall’inizio della stagione estiva infatti sono stati effettuati circa cento sequestri di merce venduta abusivamente sulle spiagge di Marina, Tirrenia e Calambrone.

"L’abusivismo commerciale - commenta l’assessore alla Sicurezza cittadina Giovanna Bonanno - rappresenta una vera e propria piaga del nostro tessuto economico-sociale, trattandosi non soltanto di una pratica di concorrenza sleale che causa gravi danni agli onesti commercianti, ma anche un pericolo per la sicurezza dei cittadini. Ed è proprio per questo che, come assessorato, ho messo in atto misure, forze e strumenti per una lotta serrata a tali attività illecite. I nostri agenti sono costantemente impegnati in questa attività e i numeri dei sequestri di queste ultime settimane ne danno conferma. L’attenzione dell’amministrazione verso questo fenomeno si evidenzia anche dalla sottoscrizione del protocollo di intesa con la Prefettura per una maggiore intensificazione e collaborazione di tutte le forze in campo finalizzata al contrasto al commercio abusivo e alla contraffazione dei prodotti".

"Contrastare il commercio irregolare in tutte le sue forme - aggiunge il vicecomandante della Polizia Municipale di Pisa, Alberto Messerini - significa non solo tutelare i commercianti da una concorrenza abusiva, ma anche tutelare i consumatori: infatti i prodotti venduti dagli irregolari sono spesso sprovvisti delle norme di sicurezza imposte dall’Unione Europea per quanto attiene ai materiali impiegati e questo può costituire un potenziale pericolo, soprattutto per i bambini cui spesso questi prodotti sono destinati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ricette locali, la trippa alla pisana

social

Piatti regionali, l'acquacotta toscana: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento