Sicurezza: servizi in borghese di notte e contrasto al degrado

La linea dettata dal nuovo incontro in Prefettura punta ad una maggiore integrazione fra istituzioni e Forze dell'Ordine

Aumento dei controlli di notte e delle azioni antidegrado demandate alla Polizia Locale. Si muove su questi due binari la strategia congiunta di Prefettura e Comune di Pisa per la sicurezza, come rimarcato nell'ultima riunione di ieri, 4 febbraio, presso l'ente di Piazza Mazzini. Erano presenti il prefetto Giuseppe Castaldo, il sindaco di Pisa Michele Conti, l'assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno, i vertici provinciali delle Forze dell'Ordine e i rappresentanti del Coordinamento dei comitati dei cittadini di Pisa.

Nel corso dell’incontro sono stati analizzati i dati sulle più recenti iniziative volte a rafforzare la vigilanza nella zona della movida, facendo leva sul metodo interforze e sul coordinamento delle risorse disponibili. L'area del centro storico fa registrare, nel confronto tra 2018 e 2019, un deciso incremento dei servizi di controllo del territorio e di ordine e sicurezza pubblica operati dalle Forze dell'Ordine: da 241 si è passati a 476 servizi, + 95%.

I rappresentati dei comitati cittadini hanno ancora evidenziato le criticità legate al massiccio afflusso di frequentatori nel centro storico nelle ore nottune dei fine settimana, e i diversi comportamenti che alimentano situazioni di degrado urbano e incidono sulla percezione della sicurezza collettiva. Evidenziate anche alcune situazioni di degrado nei quartieri periferici.

Il Prefetto Castaldo quindi ha annunciato che una prima immediata risposta sarà avviata nei prossimi giorni, attraverso il rafforzamento dei servizi in borghese delle Forze dell'Ordine, in funzione di repressioni dei reati, soprattutto in orario notturno. A ciò si accompagnarà l'implementazione delle attività di contrasto dei fenomeni di degrado urbano da parte della Polizia Locale, secondo la specifica vocazione e competenza del corpo

In parallelo sarà istituito, presso la Prefettura, uno specifico organismo ispirato al modello dei Tavoli di osservazione sulla sicurezza urbana (Tdo), avviati dal 2018 nei comuni di maggiori dimensioni. Si tratterà di un tavolo permanente volto a rafforzare le sinergie tra i responsabili delle Forze di Polizia e della Polizia Locale operanti nel singolo contesto urbano interessato. Il tavolo consentirà momenti di ascolto e confronto con i comitati civici e gli altri soggetti collettivi esponenziali degli interessi e dei bisogni avvertiti in loco.

Le risultanze dell'attività del tavolo di osservazione saranno periodicamente oggetto di valutazione in sede di Comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica. Il sindaco Conti ha confermato, a sua volta, la massima attenzione dell'amministrazione comunale sul centro storico e che sono in corso apposite iniziative, anche regolamentari, per individuare i percorsi più adeguati sul versante della valorizzazione degli spazi pubblici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La repressione di comportamenti illegali da sola non basta - ha sottolineato il prefetto Castaldo - ma deve raccordarsi con tutti gli altri strumenti di prevenzione e sicurezza e con i progetti di valorizzazione urbana. Bisogna dar vita ad un nuovo patto pubblico-privato volto ad assicurare legalità, sicurezza e sviluppo, con un approccio multilivello".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni comunali a Cascina: i risultati definitivi

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento