Sfida al Parkinson di Sandro Paffi

Affetto da Malattia di Parkinson girerà l’Italia alla riscoperta di località di interesse culturale e naturalistico a bordo della sua moto con la Te-leassistenza di MedBook. Uno straordinario esempio di Patient Advocacy

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Per il secondo anno consecutivo, MedBook supporterà l’encomiabile iniziativa di Sandro Paffi, il 58enne Pisano affetto da Parkinson che dal 2014 affronta la malattia senza mai arrendersi. Già l’anno scorso Sandro è stato protagonista di un viaggio di 4000 km nei paesi balcanici con l’obiettivo di mostrare come uno stile di vita attivo, insieme alla consapevolezza partecipativa del suo stato di salute, possa aiutare a convivere con questa patologia.

Quest’anno Sandro partirà per un tour tutto italiano con un secondo scopo: riscoprire località meno conosciute nell’ambito turistico, ma dense di significato storico e culturale per dare un forte segnale di ripartenza. Per tutti. Per questa avventura ancora una volta non sarà solo, oltre a tutti i sostenitori della pagina FB 'Sandro sfida il Parkinson', i suoi amici e familiari e l’Associazione Pisa Parkinson, potrà contare sul supporto medico-scientifico a distanza grazie alla piattaforma MyMedBook e ai servizi di M-Health (Mobile-Health) messi a disposizione dall’azienda MedBook.

Sandro inizierà il suo viaggio il 2 luglio da Pisa verso la sua prima meta, Salerno per poi proseguire verso sud con tappe che via via andrà ad aggiungere fino a girare da costa a costa l’intero stivale. Saranno 18 le regioni coinvolte e più di venti i luoghi e le Associazioni locali che Sandro avrà l’opportunità di incontrare e con cui condividerà la sua esperienza. Inoltre, durante le soste saranno organizzati diversi webinair, durante i quali Sandro discuterà con illustri relatori argomenti inerenti alla convivenza con la malattia nell’era del Covid.

La piattaforma MyMedBook.it consentirà a Sandro di poter contare su tutti i suoi dati sanitari che, in caso di emergenza, saranno consultabili con un semplice smartphone dagli operatori sanitari locali, grazie ai dispositivi MyMedTAG. Essi potranno mettersi in contatto con il medico di base, con il team della Scuola di Specializzazione in Neurologia dell’Università di Pisa, guidato dal Prof. D Dott.Gabriele Siciliano e Dott. Antonino Bruno e con il team di specialisti dell’Istituto Scientifico ISBEM, tutti presenti per l’occasione sulla piattaforma MyMedBook. Sandro avrà a bordo della sua moto il Dispositivo “Amica” dotato di GPS, con cui sarà individuato e supportato in caso di necessità dagli operatori della centrale operativa. Peraltro, un messaggio con le indicazioni di primo soccorso è inserito nella medesima piattaforma. Esso sarà visibile durante il viaggio avvicinando ai dispositivi MyMedTAG qualunque smartphone dotato di lettore NFC.

Sandro vuole dimostrare che è possibile convivere con questa patologia che ha vari risvolti di cui è non solo consapevole ma anche capace di gestirne i contorni in sinergia con parenti, amici e medici a cui riporta le informazioni necessarie, a partire da quelle sanitarie, che ne consentono un controllo assai soddisfacente. Un valore aggiunto a tutto ciò scaturisce dall’ingegno tecnologico, in cui Pisa è leader. Infatti, la piattaforma MyMedBook gli consentirà di documentare, gestire e archiviare il flusso delle informazioni sanitarie che vanno condivise, rispettando la privacy, con gli operatori sanitari coinvolti nel suo percorso di cura, con i ricercatori e ovviamente i parenti, in modo che siano sereni e fiduciosi nel successo dell’iniziativa.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento