Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Mobilità sostenibile e sicurezza stradale: un occhio alla città del prossimo futuro

L'amministratore unico di Pisamo Andrea Bottone ha illustrato in commissione i progetti per lo sviluppo di un nuovo modo di muoversi a Pisa

Le strade, da percorrere e da rendere sempre più sicure, al centro dei progetti a breve e lungo raggio dell'amministrazione comunale. E' questo il tema principale uscito dalla riunione della Prima commissione consiliare permanente che ha ospitato l'amministratore unico Andrea Bottone e l'ingegnere Alessandro Fiorindi, che hanno illustrato per conto di Pisamo le opere in corso di lavorazione e i progetti futuri concordati con Palazzo Gambacorti. Al centro della programmazione c'è la ferma volontà di proiettare la città in una mobilità costituita da spostamenti smart, sostenibili e rispettosi dell'ambiente. Senza dimenticare la vocazione turistica che caratterizza Pisa e la sua campagna.

"A settembre 2021 è partita la sperimentazione del servizio di sharing di biciclette a pedalata assistita - ha spiegato l'avvocato Andrea Bottone - nel breve periodo potenzieremo il parco mezzi con 100 nuove biciclette assistite e 50 'tradizionali'. A stretta posta, entro la primavera, cercheremo di rendere operativo anche il progetto per il servizio di sharing di scooter elettrici, così da potenziare la flotta green che al momento è composta da biciclette e monopattini". L'intenzione di Pisamo è quella di invertire la statistica che vede "la presenza di 2,5 macchine per ciascuna famiglia residente in centro storico, contro le 2 vetture a famiglia in periferia e fuori dal territorio comunale".

Una direttrice da percorrere "per evitare il congestionamento del centro storico dovuto all'esagerata presenza di auto - ha proseguito Andrea Bottone - è la limitazione dei permessi per l'accesso alla Ztl e un ulteriore scatto di qualità del servizio di sharing. Penso alle auto elettriche, che puntiamo a introdurre a inizio 2023. Dobbiamo spingere gradualmente i cittadini e i residenti ad abbandonare l'utilizzo del mezzo privato a quattro ruote in favore di una mobilità green e sostenibile. Un supporto in questo senso può essere dato dall'incremento di colonnine di ricarica sia in città che nella periferia, dedicate a ogni tipo di mezzo elettrico".

L'ingegnere Alessandro Fiorindi ha offerto invece la panoramica sui cantieri aperti e quelli che partiranno tra poco: "Complessivamente si tratta di 4 milioni di euro di lavori. Una cifra che rappresenta l'impegno volto al miglioramento della sicurezza stradale. Al momento sono aperti i cantieri per il rifacimento dei marciapiedi in via Randaccio e via Filzi a Porta a Lucca; via Fiorentina, via Calatafimi e via Gemignani a Riglione; a Tirrenia". "Vanno avanti - ha aggiunto Fiorindi - le asfaltature a Cisanello, Pisanova, via Crispi e via Bixio, nelle vie di Riglione interessate dai lavori sui marciapiedi. Molto importante inoltre anche l'opera di prolungamento della Ciclopista del Trammino che entro il 15 marzo collegherà la stazione di Marina con la via Bigattiera. Poi provvederemo a costruire anche il tratto successivo fino al Bagno Lido".

C'è poi un intero capitolo di lavori che prenderanno il via dalla prossima primavera, quindi tra poco più di un mese. Fiorindi li ha elencati: "Saranno sistemate diverse porzioni di lastricati in centro storico. Via di Pratale andrà incontro a un restyling completo: marciapiedi e asfalto verranno sistemati e anche la parte arboreo subirà un drastico intervento. Proseguirà poi la manutenzione dei marciapiedi nella zona di Porta a Lucca, così come nella parte sud della città: anche in questo caso l'asfaltatura seguirà a stretto giro di posta. Inoltre ci sarà un piccolo intervento sul marciapiede a San Piero a Grado in zona basilica ed effettueremo anche un adeguamento normativo delle barriere architettoniche presenti nelle strade del centro storico". Un ulteriore intervento che tra poche settimane verrà assegnato, al termine della gara da 500mila euro, è "la realizzazione della pista ciclabile in via Bonanno".

La conclusione del focus è stata affidata all'assessore ai Lavori pubblici Raffaele Latrofa: "L'amministrazione, ma più in generale l'intero Comune, comprensivo anche delle forze di opposizione, crede fermamente nella manutenzione e nel miglioramento della sicurezza stradale. Sono interventi funzionali all'accrescimento delle condizioni di vita dei cittadini e del patrimonio urbanistico in senso più largo. Non dimentichiamoci degli interventi del Pinqua che porteranno complessivamente 45 milioni di fondi statali per il restyling di tre interi quartieri".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità sostenibile e sicurezza stradale: un occhio alla città del prossimo futuro
PisaToday è in caricamento